Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:28
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Open, ok del Senato a conflitto di attribuzione. Renzi: “Nessuno può violentare la vita delle persone”

Immagine di copertina
Il leader di Iv, Matteo Renzi, interviene al Senato sul conflitto di attribuzione contro i magistrati fiorentini per il caso della Fondazione Open, Roma, 22 febbraio 2022. Credit: ANSA/ MAURIZIO BRAMBATTI

Open, ok del Senato a conflitto di attribuzione. Renzi: “Nessuno può violentare la vita delle persone”

“Continuo a difendere l’idea che la politica non faccia schifo”. Lo ha detto oggi Matteo Renzi, durante un discorso accorato nell’Aula del Senato, che oggi ha approvato la richiesta di sollevare il conflitto di attribuzione davanti alla Corte costituzionale per l’inchiesta Open, in cui l’ex segretario del Partito democratico è indagato per finanziamento illecito ai partiti. I voti favorevoli sono stati 167, a fronte di 76 contrari e nessun astenuto.

Durante il discorso, Renzi ha rivendicato la decisione di denunciare i magistrati che stanno indagando sulla fondazione che sosteneva le sue iniziative politiche. “Il punto del contendere non è il metodo di quella magistratura”, ma il fatto è che la “legge è uguale per tutti”.

Se “un “cittadino, che se lo può permettere, decide”, soprattutto per motivi politici, di denunciare alcuni giudici e “richiama l’attenzione degli altri colleghi magistrati” questo è “un gesto di civiltà”, non è un “atto eversivo”, ha detto il leader di Italia viva, che ha anche commentato la pubblicazione di una email inviatagli dal padre, finita agli atti dell’inchiesta.

“Non è consentito a nessuno violentare la vita delle persone pensando sia giusto”, ha detto Renzi. La procura di Firenze ha chiesto il rinvio a giudizio del senatore e di altre 10 persone, oltre a quattro società, per l’inchiesta. Oltre a Renzi, tra gli accusati figurano anche Luca Lotti, Maria Elena Boschi, l’ex presidente della fondazione Open Alberto Bianchi e l’imprenditore Marco Carrai, amico storico di Renzi, ai quali sono stati contestati reati vanno dal finanziamento illecito ai partiti al traffico di influenze, fino alla corruzione.

“In questa vicenda i denari sono tutti trasparenti”, sono “bonificati”. L’indagine “non è sui soldi ma su che cosa è un partito e che cosa non è”, ha detto Renzi. “Fare politica non è reato”. E “[io non] fuggo dal processo” ma “chiedo di sollevare conflitto di attribuzione”. “Se c’è da lottare controcorrente lo faccio, se c’è da dire che la politica è una cosa seria io lo faccio”, ha aggiunto. E ha sottolineato: “continuo a difendere l’idea che la politica non faccia schifo”.

Il Senato oggi dovrà votare sul parere della Giunta per le immunità, che ha chiesto di sollevare conflitto di attribuzione davanti alla Corte costituzionale sul caso Open e sulle conversazioni captate del leader di Italia viva. In Giunta la proposta è passata grazie ai voti di tutto il centrodestra e a quelli d’Italia viva (contrari solo i senatori del Misto, Pietro Grasso e Gregorio De Falco). Il Pd e il Movimento 5 Stelle si erano astenuti, sostenendo di non avere abbastanza materiale a disposizione per prendere una decisione. Oggi invece il partito guidato da Enrico Letta si è espresso a favore della richiesta, così come la Lega, mentre il M5S ha votato contro. Secondo la relatrice Fiammetta Modena, senatrice di Forza Italia, la questione verte sull’utilizzo di messaggi Whatsapp da parte degli inquirenti. “Ritenendo che il messaggio scritto su Whatsapp rientri pleno iure nel concetto di ‘corrispondenza’, appare illegittimo il sequestro dello stesso senza una preventiva autorizzazione del Senato”, afferma Modena nella relazione.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vibo Valentia, picchiano un senza tetto e filmano la violenza: denunciati 6 minori
Cronaca / Rissa Fedez-Iovino: il video del pestaggio ripreso dalle telecamere di sorveglianza
Cronaca / Alessandro Impagnatiello in aula a Milano: “Così ho ucciso Giulia Tramontano”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vibo Valentia, picchiano un senza tetto e filmano la violenza: denunciati 6 minori
Cronaca / Rissa Fedez-Iovino: il video del pestaggio ripreso dalle telecamere di sorveglianza
Cronaca / Alessandro Impagnatiello in aula a Milano: “Così ho ucciso Giulia Tramontano”
Cronaca / Scarcerato il marito dell’influencer Siu. Ma resta indagato per tentato omicidio della moglie
Cronaca / Reggio Calabria, neonata trovata morta fra gli scogli
Cronaca / Benigni bacia il Papa: “Alle elezioni facciamo il campo largo, sulla scheda scrivete Francesco”
Cronaca / Aggredito in casa il giornalista Alberto Dandolo: “Smettila di rompere i cog**oni!”
Cronaca / La morte di Angelo Onorato è un giallo. La moglie: “L’hanno ucciso”. E spunta una lettera
Cronaca / Il marito dell’influencer Siu: “Il sangue zampillava. Non sono stato io, si è ferita da sola”
Cronaca / Allenatore piazza telecamera nascosta nello spogliatoio delle sue giocatrici: squalificato per 6 anni