Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Da Michetti chi a Mr. 50 voti: “Ma chi abbiamo candidato?”

Immagine di copertina

Sul terzo numero di The Post Internazionale, nella rubrica "Top secret", le preoccupazioni del centrodestra per il suo candidato sindaco di Roma dopo l'esclusiva di TPI che ha svelato come Michetti appoggiò alle Europee 2019 il suo attuale diretto competitor nella Capitale, Roberto Gualtieri

Enrico Michetti? “Sì, quello che votava Roberto Gualtieri”. Tra lo sfottò e l’amara constatazione, dopo l’esclusiva di TPI che ha raccontato come l’attuale candidato sindaco a Roma (sostenuto da FI, Lega e FdI) appoggiò alle Europee 2019 l’ex ministro del Pd, oggi suo diretto competitor nella Capitale, promettendogli “una cinquantina di voti”, negli ambienti del centrodestra romano la notizia ha tenuto banco per giorni.

Stupisce, invece, che a restare in liturgico silenzio sia stato proprio l’altro protagonista della vicenda, Gualtieri. “Segno del suo imbarazzo”, mormora qualcuno. Mentre chi se la ride sotto i baffi, sperando di avvantaggiarsene, sono i suoi due diretti rivali: Virginia Raggi, data in rimonta dagli ultimi sondaggi pubblicati prima dello stop imposto dalla par condicio, e Carlo Calenda, che spera di strappare all’ex ministro parte dell’elettorato moderato.

E a destra? Lo scoop di TPI ha lasciato in sospeso due punti di domanda: “Se due anni fa Michetti flirtava e appoggiava con esponenti della sinistra romana, cosa potrebbe fare se fosse eletto sindaco?”. E soprattutto: “Che forza elettorale può avere uno che poteva promettere al massimo una cinquantina di voti?”. Domande legittime. Come lo sarebbero le risposte. Se non fossimo già alla vigilia del voto.
Continua a leggere sul settimanale The Post Internazionale-TPI: clicca qui.

Ti potrebbe interessare
Politica / Mario Draghi? In pensione a 59 anni con 14mila euro lordi al mese
Cronaca / Ddl Zan, Letta: “Prove generali per il Quirinale, Italia allineata a Polonia e Ungheria”
Politica / “Cari parlamentari, perché non avete avuto il coraggio di votare apertamente una legge contro i crimini d’odio?”. Parla Monica Cirinnà
Ti potrebbe interessare
Politica / Mario Draghi? In pensione a 59 anni con 14mila euro lordi al mese
Cronaca / Ddl Zan, Letta: “Prove generali per il Quirinale, Italia allineata a Polonia e Ungheria”
Politica / “Cari parlamentari, perché non avete avuto il coraggio di votare apertamente una legge contro i crimini d’odio?”. Parla Monica Cirinnà
Politica / Roberto Calderoli, artefice della strategia che ha affossato il Ddl Zan: “Ho proprio goduto”
Politica / La gaffe di Giarrusso al Parlamento Europeo: non riesce a parlare in inglese e rinuncia al suo intervento | VIDEO
Politica / Pensioni, Draghi tende la mano ai sindacati: per un anno Quota 102 poi riforma. Stretta al Reddito di cittadinanza
Politica / L'affossamento del Ddl Zan al Senato apre la corsa di Casini al Quirinale (di M. Antonellis)
Politica / Ddl Zan, Bonetti (Italia Viva): “Noi trasparenti. Irresponsabile insistere, serviva dialogo”
Politica / Ddl Zan, Renzi in Arabia Saudita nel giorno del voto. Il leader di Italia viva: “Colpa di Pd e M5s”
Politica / Orban elogia Salvini: “È un eroe che è riuscito a fermare i migranti anche in mare”