Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:28
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

M5S, se Conte fa la scissione possibile un rimpasto di governo: ecco i ministri a rischio

Immagine di copertina

Un’ombra ancora più grande della scissione cala sul caos del Movimento Cinque Stelle: il rimpasto di governo. Un’ipotesi che conoscono i ministri e anche il premier Mario Draghi e che spaventa molti prima del voto del 2023.

Vediamo un po’ di numeri: il movimento fondato da Beppe Grillo conta oggi 75 senatori e 161 deputati. Complessivamente si tratta del 25 per cento dei parlamentari. I gruppi del M5S sono tuttora i più numerosi sia alla Camera che al Senato, nonostante le quasi cento defezioni subite dall’inizio della legislatura. Inoltre, nessun altra sigla conta quattro ministeri (incluso quello degli Esteri, l’unico di prima fascia non assegnato a un tecnico) e undici sottosegretari.

Per questo un terremoto interno al M5S spaventa l’esecutivo di Draghi: nel momento in cui queste condizioni cambiassero, s’ imporrebbe una “ridefinizione” degli equilibri. E la scissione che Giuseppe Conte conferma di voler fare e “non lasciare i sogni politici in un cassetto” avrebbe notevoli conseguenze.

La prima: se il Movimento implode, la prima forza politica in Parlamento diventa la Lega. Basterebbe infatti la fuga dal M5S di 12 senatori e 30 deputati, e quelli che si dicono pronti a seguire Conte sono anche di più.

La seconda: la ridistribuzione degli incarichi sarebbe necessaria se la gran parte della squadra di governo dovesse trovarsi in una sigla e il grosso degli eletti nell’altra.

Ultima conseguenza, ma non per importanza: anche il peso dei ministeri andrebbe ridiscusso. Per esempio: che fine farebbe l’attuale ministro all’Agricoltura in quota 5 Stelle Patuanelli, dopo essere sempre rimasto contiano e aver fatto la guerra a Draghi contro lo stop al cashback? Con lo sfaldamento pentastellato il governo avrebbe tutto un altro sapore.

Ti potrebbe interessare
Politica / Roberto Gualtieri a TPI: "Io vicesindaco Raggi? Mai! Con lei a Roma ai 5S è andata male, non è stata all'altezza"
Politica / Roberto Gualtieri al TPI Fest: “Con Franco il ministero dell’Economia in buone mani”
Politica / Conte e Di Maio negano, ma ieri hanno litigato sulla giustizia: "Dove vuoi arrivare Giuseppe?"
Ti potrebbe interessare
Politica / Roberto Gualtieri a TPI: "Io vicesindaco Raggi? Mai! Con lei a Roma ai 5S è andata male, non è stata all'altezza"
Politica / Roberto Gualtieri al TPI Fest: “Con Franco il ministero dell’Economia in buone mani”
Politica / Conte e Di Maio negano, ma ieri hanno litigato sulla giustizia: "Dove vuoi arrivare Giuseppe?"
Politica / La tragicomica fuga del deputato di Fratelli d'Italia durante la bagarre alla Camera | VIDEO
Politica / Giustizia, tra i reati esclusi dall’improcedibilità manca il disastro ambientale. Europa Verde: “Rischio impunità”
Politica / Sulla giustizia Conte e i 5 Stelle si piegano a Draghi e dagli Usa applaudono Super Mario
Opinioni / La pericolosa deriva degli ultras di Draghi: “Se cade Mario, vogliamo i militari”
Politica / “Fascisti, vergognatevi”: Fratelli d’Italia occupa l’Aula contro il Green Pass, bagarre alla Camera
Politica / “Se cade Draghi, governo militare”: Marcello Sorgi su La Stampa lo ha scritto davvero
Politica / Giustizia, trovato l'accordo col M5S dopo una giornata di tensione in Cdm