Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 18:50
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Il M5S propone la revoca della concessione ad Autostrade

Immagine di copertina

M5S autostrade | Proposta di revoca della concessione ad Autostrade spa

M5S AUTOSTRADE – Il Movimento alla riscossa rilancia una proposta che era finita all’ordine del giorno la scorsa estate dopo il crollo del ponte Morandi a Genova: la nazionalizzazione delle autostrade. Nella riunione a Palazzo Chigi di questa sera i pentastellati, con il ministro Danilo Toninelli, porteranno, in accordo con il capo politico Luigi Di Maio, la richiesta di revoca della concessione ad Autostrade per l’Italia. È quanto emerso poco prima dell’inizio della riunione.

M5S autostrade | L’attacco di Di Maio: “Chi ha sbagliato pagherà”

La società Autostrade era già stata attaccata dal vicepremier Di Maio su Facebook nel pomeriggio. Quella del Ponte Morandi – aveva scritto il ministro di Lavoro e Sviluppo Economico sulla sua pagina – è stata “una “tragedia annunciata” perché “i passati governi se ne sono sempre fregati della sicurezza” e “per anni i concessionari delle autostrade hanno solamente arricchito il proprio portafoglio, aumentando i pedaggi al casello, spesso senza garantire un’adeguata manutenzione”.

Di Maio ha sottolineato che l’intervento sulle tariffe “è il primo passo, nei prossimi giorni ne compiremo degli altri e capirete molte, molte cose. Lo abbiamo sempre detto: chi ha sbagliato deve pagare. E, ve lo assicuro, pagherà”.

> Olimpiadi Milano-Cortina. Ma Torino 2006 ci deve ancora 30 milioni

“Grazie all’impegno del ministro Toninelli – ha proseguito Di Maio su Facebook – stiamo per attuare un’autentica rivoluzione che ci consentirà da gennaio del prossimo anno di avere persino tariffe ridotte e recuperi di efficienza anche oltre il 20 per cento”.

“In pratica le tariffe al casello saranno legate ai reali investimenti che i concessionari effettueranno e alla qualità della gestione. Ciò significa che, se non fai gli adeguati interventi, sei fuori e resti lontano chilometri da qualsiasi infrastruttura del Paese. Inoltre i costi di gestione dei concessionari saranno ben monitorati: nessuno potrà fare più il furbo! Tutto questo, oltre a farci risparmiare parecchio, ci permetterà di garantire anche nelle autostrade più sicurezza per le persone”.

Ti potrebbe interessare
Opinioni / Gaia Tortora azzanna i giudici, ma coccola Berlusconi e Salvini (di Riccardo Bocca)
Politica / Pillon: “I maschi devono gareggiare con i maschi e le femmine con le femmine”
Politica / Cassese a TPI: “C’è un uso abusivo dello stato d’emergenza”
Ti potrebbe interessare
Opinioni / Gaia Tortora azzanna i giudici, ma coccola Berlusconi e Salvini (di Riccardo Bocca)
Politica / Pillon: “I maschi devono gareggiare con i maschi e le femmine con le femmine”
Politica / Cassese a TPI: “C’è un uso abusivo dello stato d’emergenza”
Politica / Marta Cartabia premier e Mario Draghi al colle: il piano di Giorgetti per non andare al voto
Politica / De Magistris: "Siamo tutti cavie, solo tra qualche anno sapremo cosa ci siamo messi nel braccio"
Opinioni / L’Istat calcola 5,6 milioni di poveri. Ma per certi politici e imprenditori i sussidi sono roba per fannulloni
Politica / Gallera: "Berlusconi mi ha chiesto di andare a Roma. Pronto per un incarico nazionale"
Politica / Stato di emergenza, Salvini contro Draghi: “No alla proroga, non ci sono i presupposti”
Politica / Non solo Grillo: Massimo D’Alema celebra “i grandi meriti del Partito Comunista Cinese”
Politica / Ora il Governo deve tirare fuori i dati. È un nostro diritto. Su AstraZeneca e mix vaccinale non sappiamo nulla (di L. Telese)