Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:52
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

La proposta della Lega: Berlusconi nella lista Salvini Premier

Immagine di copertina
Foto: Salvini e Berlusconi durante le le consultazioni

L'idea del Carroccio per ricompattare il centrodestra

La proposta della Lega: Berlusconi nella lista Salvini Premier

In piena crisi di governo sono iniziate a circolare le ipotesi sulle possibili alleanze dei partiti in eventuali elezioni politiche anticipate, e gli interrogativi riguardano soprattutto la Lega di Matteo Salvini, che cerca di ricompattare il centrodestra trovando un’intesa con Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni.

Oggi il vicepremier e ministro dell’Interno è atteso a Palazzo Grazioli, la residenza romana del Cavaliere e secondo i retroscena potrebbe proporre all’ex premier di candidarsi in una lista senza simbolo di Forza Italia.

L’idea della Lega: alleanza senza logo di Forza Italia

Stando a quanto riporta oggi Repubblica, Salvini potrebbe proporre a Berlusconi un “atto di liquidazione politica” del partito del Cavaliere. Il piano del leader della Lega prevede la riedizione di un’alleanza di centrodestra e una spartizione scientifica dei collegi. Ma il vero patto segreto che Salvini sottoporrà a Berlusconi, destinato a restare segreto fino a quando non saranno certe le nuove elezioni, nasconde una bomba politica.

> Crisi di governo, cosa succede ora: le ipotesi e le date

Repubblica spiega che per sancire l’intesa Salvini-Berlusconi, l’ex presidente del Consiglio dovrebbe accettare una lista unica con la Lega, sotto le insegne di un nuovo centrodestra e lo slogan “Salvini Premier”. In altre parole il Cavaliere dovrebbe candidarsi per una formazione con il nome del candidato alla presidenza del Consiglio.

Questa proposta del ministro dell’Interno sarebbe legata al suo timore di perdere consensi con il ritorno ad un legame con un partito, Forza Italia, che ha già governato per oltre un decennio negli ultimi 25 anni, senza dimenticare anche il sostegno al governo Monti.

Salvini non vuole affiancare i simboli “Lega” e “Salvini Premier” a quello lanciato dall’ex presidente del Consiglio nel 1994. A Fratelli d’Italia invece, formazione data in ascesa, sarebbe invece consentito di correre in alleanza con questo listone.

Ti potrebbe interessare
Politica / Zelensky a Sanremo, da Calenda a Conte si allarga il fronte dei politici contrari
Politica / Revelli a TPI: “Meloni sta realizzando una rivoluzione conservatrice mai riuscita a nessuno in Italia”
Politica / Il ministro Valditara premia il merito degli amici suoi
Ti potrebbe interessare
Politica / Zelensky a Sanremo, da Calenda a Conte si allarga il fronte dei politici contrari
Politica / Revelli a TPI: “Meloni sta realizzando una rivoluzione conservatrice mai riuscita a nessuno in Italia”
Politica / Il ministro Valditara premia il merito degli amici suoi
Politica / Giorno della memoria, Meloni: “La Shoah rappresenta l’abisso dell’umanità”
Politica / Cannabis, il botta e risposta tra Schlein e Salvini sulla legalizzazione
Politica / Decreto Ong: così la Lega punta a far tornare i Decreti Sicurezza
Politica / La Camera blinda la legge sull’aborto: votato un ordine del giorno in difesa della Legge 194
Politica / Caso Regeni, Tajani ribadisce la volontà dell’Egitto di collaborare: “Nessun tentennamento”
Politica / Mattarella al nuovo Csm: “L’indipendenza della magistratura è un pilastro della nostra democrazia”
Politica / Quanto guadagnano i ministri del governo Meloni: Carlo Nordio il più ricco