Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:01
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Le modifiche del ministro Lamorgese ai decreti sicurezza di Salvini

Immagine di copertina

Dalle multe alle Ong all'iscrizione all'anagrafe comunale dei richiedenti asilo: ecco come il ministro dell'Interno intende cambiare le norme volute dal suo predecessore

Le modifiche del ministro Lamorgese ai decreti sicurezza di Salvini

Dalla cittadinanza per i figli degli stranieri alle multe alle Ong: ecco quali sono le modifiche che il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese intende apporre ai decreti sicurezza di Matteo Salvini.

A svelarle è La Repubblica, secondo cui una prima bozza verrà presentata nella giornata di lunedì 17 febbraio durante il tavolo previsto a Palazzo Chigi tra le forze di maggioranza.

Salvini: “Denuncio la Lamorgese per la Ocean Viking”

La bozza andrebbe ben aldilà delle osservazioni fatte dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella all’epoca della promulgazione dei due decreti sicurezza fortemente voluti dall’allora ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Resta da capire se tutte le modifiche proposte dalla Larmogese (qui il suo profilo) verranno accolte dal M5S, che ha sempre affermato di volere cambiare i decreti in base alle osservazioni fatte dal Capo dello Stato.

Tra le norme attuali che sparirebbero con le modifiche del ministro dell’Interno ci sono le salatissime multe previste per le Ong in caso di divieto di ingresso nelle acque territoriali italiane. Le sanzioni, definite spropositate da Mattarella, dovrebbero tornare quelle originarie, con multe che vanno da 10 a 50mila euro.

Anche la norma che consente la confisca delle navi alla prima violazione di ingresso in acque italiane dovrebbe scomparire.

Tra le norme più contestate soprattutto dagli amministratori locali, c’è quella che nega l’iscrizione alle anagrafi comunali dei richiedenti asilo. La Lamorgese proporrà alla maggioranza di tornare a riconoscere il permesso di soggiorno come titolo sufficiente per registrarsi all’anagrafe e ottenere quindi tutti i servizi ad esso legati.

Un’altra importante modifica dovrebbe riguardare la cittadinanza ai figli degli stranieri. I decreti sicurezza Salvini hanno raddoppiato l’iter burocratico per la richiesta di cittadinanza da parte dei figli di cittadini stranieri.

I ragazzi, nati e cresciuti in Italia, secondo le norme volute dal leader della Lega devono aspettare i 22 anni per ottenere la cittadinanza (dal momento che prima dei 18 anni non possono inoltrare richiesta). La Lamorgese propone di tornare alla vecchia norma, ovvero la possibilità di ottenere la cittadinanza in 24 mesi.

Leggi anche:

Decreto sicurezza bis cosa prevede e cosa cambierà per le Ong e il soccorso dei migranti

Ti potrebbe interessare
Politica / Dini scrocca il Financial Times al Senato? Il quotidiano britannico gli regala l’abbonamento gratis
Politica / Matteo Ricci a TPI: “Sono il primo giallorosso d’Italia”
Politica / L’audio di Salvini scuote il centrodestra: “Da Fratelli d’Italia troppe rotture di coglioni”
Ti potrebbe interessare
Politica / Dini scrocca il Financial Times al Senato? Il quotidiano britannico gli regala l’abbonamento gratis
Politica / Matteo Ricci a TPI: “Sono il primo giallorosso d’Italia”
Politica / L’audio di Salvini scuote il centrodestra: “Da Fratelli d’Italia troppe rotture di coglioni”
Politica / Berlusconi vuole un uomo solo alla guida del centrodestra: tre i nomi riservati
Politica / Incontro tra Berlusconi, Salvini e Meloni: “Centrodestra compatto". Ma in Forza Italia scoppia il caso Gelmini
Politica / Aumenti bollette, Draghi annuncia nuovi provvedimenti per tutelare le fasce deboli
Politica / Grillo difende il reddito di cittadinanza: “Una delle riforme sociali più importanti della storia”
Politica / Bilancio, governo approva documento programmatico: addio a Quota 100, più controlli sul Reddito di cittadinanza
Politica / Camera, il ritorno di Enrico Letta: standing ovation del Pd. “Non chiederemo il voto anticipato”
Politica / Assalto squadrista alla Cgil, Lamoregese: “Respingo accuse di strategia della tensione”