Covid ultime 24h
casi +31.758
deceduti +297
tamponi +215.886
terapie intensive +97

Chi era Jole Santelli, presidente della Regione Calabria

Di Anna Ditta
Pubblicato il 15 Ott. 2020 alle 10:00 Aggiornato il 15 Ott. 2020 alle 10:25
0
Immagine di copertina
Credit: ANSA/GIUSEPPE LAMI

Chi era Jole Santelli, presidente della Regione Calabria

JOLE SANTELLI CHI È – Jole Santelli, eletta presidente della Regione Calabria alle ultime elezioni regionali del 26 gennaio 2020 è stata a lungo parlamentare di Forza Italia, è morta prematuramente a causa di una malattia nella sua abitazione di via Piave, a Cosenza, il 15 ottobre 2020. A trovarla sarebbe stata la sorella che si è recata nell’abitazione come faceva spesso. Santelli avrebbe compiuto 52 anni il prossimo 28 dicembre. Abbiamo ripercorso al sua biografia e la sua carriera.

Leggi anche: Calabria: morta la presidente Jole Santelli

La biografia di Jole Santelli: un profilo

Nome: Jole Santelli

Data di nascita: 28 dicembre 1968, deceduta il 15 ottobre 2020

Luogo: Cosenza

Istruzione: laurea in Giurisprudenza

Lavoro: avvocato

Partito: Forza Italia

La carriera

Jole Santelli ha collaborato come avvocato con lo studio legale dell’avvocato Tina Lagostena Bassi. La sua carriera politica è stata trettamente legata alla storia di Forza Italia, partito cui è stata legata fin dal 1994. Santelli è stata eletta per la prima volta alla Camera dei deputati nel 2001. Ha ricoperto l’incarico di sottosegretario di Stato al Ministero della Giustizia (dal 2001 al 2006) nel secondo e terzo Governo Berlusconi, e sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (da maggio a dicembre 2013) nel Governo Letta. Santelli è stata anche per alcuni anni, dal 2016, vicesindaco e assessore alla cultura di Cosenza – sua città natale – con Mario Occhiuto sindaco. Il 14 novembre del 2018 è stata eletta vicepresidente della Commissione parlamentare antimafia. Ha ricoperto l’incarico di coordinatrice di Forza Italia in Calabria ed stata eletta presidente della Regione il 26 gennaio 2020.

La malattia

Jole Santelli aveva confidato di essere in cura presso il reparto oncologico di Paola, in Calabria. “Non ho mai nascosto la mia malattia, qui tutti sanno, non voglio neanche però che essa mi perseguiti”, aveva detto in una recente intervista al Fatto Quotidiano. “Quando una persona subisce un attacco così violento alla propria vita, quando il dolore fisico si fa radicale e incomprimibile, allora quella persona ha due strade: deprimersi e farsi portare via dalla corrente, scegliere che il destino scelga per lei. Oppure attivarsi, concentrarsi e soprattutto ribellarsi”, aveva dichiarato la ex deputata forzista a proposito del cancro.

Santelli aveva ammesso di aver chiesto il permesso al suo oncologo prima di accettare la candidatura alla presidenza della regione Calabria. “Quando Silvio Berlusconi mi offre la candidatura ringrazio felice, ma chiedo due minuti prima di accettare. Chiudo la telefonata e formo il numero del mio oncologo: posso candidarmi? Posso onorare il mandato quinquennale?”, aveva confessato. “Il medico risponde: non solo puoi candidarti ma mi auguro che io possa essere il tuo consulente negli anni della presidenza”.

Sulle ragioni per cui ha scelto di curarsi in Calabria, Santelli aveva dichiarato: “Da noi ci sono medici eccellenti. Le eccellenze in un mare di incompetenza, clientelismo, ignavia annegano come sassolini nello stagno. Lo so, tante cose non vanno. E io proverò a cambiare”. “La malattia, oltre alla disgrazia, mi ha dato la fortuna di non avere paura della libertà, di essere libera e di sentirmi tale”, aveva aggiunto la candidata. “E non ho paura del coraggio che serve perché quello l’ho dovuto conoscere così bene che è diventato un mio amico fraterno”.

Il programma di Jole Santelli per le regionali in Calabria

Lo slogan della campagna elettorale di Jole Santelli è stato “Calabria protagonista”. Il suo programma elettorale puntava molto sullo sviluppo della bioeconomia e dell’economia circolare per creare nuove opportunità di lavoro. Per la sanità, l’obiettivo era quello di ridurre le liste d’attesa e potenziare la rete dell’emergenza. Qui il link per leggere il programma. “Le emergenze, dalla sanità al welfare, alla sicurezza, che troppo spesso soffocano la quotidianità, saranno al centro delle nostre prime azioni di governo, in un confronto serio e collaborativo con gli organi dello Stato”, spiegava la candidata sul suo programma “perché non si può continuare ad essere terra di diritti negati”.

TPI ha seguito gli exit poll e i risultati delle elezioni con uno speciale in diretta sul sito e sulla pagina Facebook del giornale.

Leggi anche: 1. Calabria: morta la presidente Jole Santelli; // 2. Jole Santelli, la malattia di cui soffriva la presidente della Regione Calabria

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.