Me

Italia Viva, Boschi: “Arriveranno altri parlamentari”, e il premier Conte trema

E per l'ex ministro renziano non è detto che arrivino dal Pd, ma tutto il centro è coinvolto

Di Maria Teresa Camarda
Pubblicato il 18 Ott. 2019 alle 12:52
Immagine di copertina

Italia Viva, Boschi: ”Arriveranno altri parlamentari”, e Conte trema

“Arriveranno altri parlamentari nei prossimi giorni” in Italia viva. Così la capogruppo alla Camera di Iv Maria Elena Boschi, a Stasera Italia su Rete4. Alla domanda se i nuovi arrivi verranno dal Pd, ha aggiunto: “Non so se anche dal Pd, sicuramente ce ne sono di interessati che arriveranno nei prossimi giorni e nelle prossime settimane”. E su quante chance di crescita ha il suo partito, Boschi ha risposto: “Tra un anno saremo a parlare di tutt’altri numeri”.

Numeri che, ovviamente, impensieriscono il premier Giuseppe Conte. Se da un lato il premier, sotterraneamente, sta concentrando il suo impegno per cementare la coalizione di governo, dall’altro, a Palazzo Madama, il rischio Vietnam è dietro l’angolo. Ed è un rischio che potrebbe prendere una forma costante da qui ai prossimi mesi: con Italia Viva a far pesare, e tanto, i suoi voti.

E i dissidenti interni al Movimento a fare lo stesso gioco, seppur partendo da posizioni opposte a quelle renziane.

Eppure, per ora Conte non si scompone: e studia, con crescente attenzione, modi e tempi per blindare la maggioranza nella Camera tradizionalmente più “thrilling”. Sin dall’inizio del governo giallo-rosso c’è nel governo, la sensazione di un opportunità: costruire un “cordone sanitario” che, a Palazzo Madama, preservi l’esecutivo da trappole che potrebbe rivelarsi fatali.

E la scissione dei renziani rischia di tramutare via via l’opportunità in necessità. Sulla “provenienza” politica di questo cordone i dubbi sono pochi: è il centro. Quel centro che, solo due giorni fa, Conte alla cerimonia di Avellino in onore di Fiorentino Sullo ha visto applaudire a lungo il suo intervento. Un centro orientato a Sud, terreno privilegiato, in questi giorni, delle sortite del premier, spesso incentrate sulla necessità di un rapidissimo rilancio del Mezzogiorno. Un centro che, a livello di gruppi parlamentari, potrebbe essere geograficamente compreso tra il Misto e Forza Italia.

Al via la Leopolda numero 10

Intanto, questa sera avrà inizio la Leopolda numero 10. Domani, 19 ottobre, alle 17.30, inizierà la cerimonia di presentazione del simbolo del nuovo movimento di Matteo Renzi, Italia Viva, che ha vinto la gara online.

“Ci saranno contestualmente l’atto costitutivo, la carta dei principi, l’apertura formale delle iscrizioni a Italia Viva (tutto rigorosamente online, solo online: non siamo il partito delle tessere e dei capibastone noi). Parlamentari e Millennials, tutti insieme, saliranno sul palco per svelare il logo e simbolicamente pianteranno il primo albero: come sapete per ogni iscritto Italia Viva pianterà un albero e inizieremo proprio da Firenze”. Così Matteo Renzi nella sua enews.