Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:25
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Una porcata”: l’ira degli esclusi M5s dalle nomine per i sottosegretari

Immagine di copertina

Nella serata di mercoledì 24 febbraio 2021, il Consiglio dei Ministri ha ratificato la nomina dei sottosegretari e viceministri del governo Draghi (qui la lista dei ministri).  Tra i 39 sottosegretari ci sono 11 esponenti M5s, 9 della Lega, 6 di Forza Italia, 6 del Pd, 2 di Italia viva, 1 Centro democratico, 1 +Europa, 1 Leu, 1 Nci più il capo della Polizia Gabrielli.

Dopo le nomine è scoppiato il malcontento dei grillini: “È una porcata”. Il commento circola nelle chat dei parlamentari del Movimento 5 Stelle. A riportare il malumore che serpeggia tra i 5 Stelle dopo le nomine dei viceministri e dei sottosegretari è l’AdnKronos. Nel tardo pomeriggio – riferisce l’agenzia – c’è stata una riunione degli scontenti nel cortile della Camera: tra loro Stefano Buffagni, uno degli esclusi eccellenti. Sottosegretario nel Conte I e II, il deputato era in lizza per un posto nel neonato ministero della Transizione ecologica ma alla fine l’ex consigliere è rimasto fuori.

L’AdnKronos riporta anche stralci di un’animata discussione nel cortile della Camera: “È stata una porcata!”, urla un parlamentare, affinché chi deve sentire, senta. “Siamo diventati un ufficio di collocamento, altro che navigator…”, gli fa eco un collega. Il malessere, inoltre,  esplode anche nelle chat. Particolarmente delusi i parlamentari campani che avevano “espressamente chiesto” la casella del Lavoro, assegnata alla senatrice marchigiana Rossella Accoto e non alla deputata Maria Pallini. “Nulla di personale nei confronti della portavoce – spiegano fonti campane – ma è innegabile che questa decisione rappresenta l’ennesimo boccone amaro da ingoiare. Boccone che si aggiunge a quello mandato giù a fatica rispetto alla chiusura dell’esperienza del governo Conte e alle trattative politiche condotte dai vertici del M5S che ne esce purtroppo fortemente ridimensionato”.

Leggi anche: 1. Tutti pazzi per Draghi, ma già a giugno i partiti potrebbero voltargli le spalle / 2. E Draghi alla fine rimproverò Salvini: “Abbassa i toni” / 3. Redditi dei politici: Salvini, Conte, Renzi, Di Maio. Chi guadagna di più e chi di meno

Ti potrebbe interessare
Politica / Il Green pass divide la Lega: il 40% dei leghisti non vota la fiducia al decreto alla Camera
Politica / Elezioni amministrative del 3-4 ottobre 2021: candidati, orari, legge elettorale
Politica / Il messaggio in codice di Prodi a Mattarella: “Un incarico settennale a 82 anni è un’incoscienza”
Ti potrebbe interessare
Politica / Il Green pass divide la Lega: il 40% dei leghisti non vota la fiducia al decreto alla Camera
Politica / Elezioni amministrative del 3-4 ottobre 2021: candidati, orari, legge elettorale
Politica / Il messaggio in codice di Prodi a Mattarella: “Un incarico settennale a 82 anni è un’incoscienza”
Politica / Lega, la crisi interna arriva su Whatsapp: “Decide tutto Draghi, meglio la scissione”
Politica / Draghi: “Emergenza climatica come la pandemia, agire subito o sarà troppo tardi”
Politica / Perché la Cultura sarà importante per il prossimo sindaco di Roma
Politica / Prodi a Letta: “I diritti non bastano, il Pd faccia più proposte forti”
Politica / Green Pass, Letta: “Salvini su questi temi è irrilevante nel Governo, nemmeno la Lega lo segue”
Politica / Don Matteo della Mancia: Salvini ha scambiato i social per la realtà e si è perso per strada la Lega
Politica / Il candidato di centrodestra Bernardo agli alleati: "Datemi i soldi della campagna elettorale o mi ritiro"