Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:20
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Governo, la Lega sospetta il ribaltone, ma quanto è realistica l’ipotesi di una nuova maggioranza Pd-M5s?

Immagine di copertina

Governo news | Salvini news | Di Maio news | Salvini Di Maio | Ultime notizie governo

Governo news | Lega e M5s litigano, e non si risparmiano colpi. Ma quella attuale è veramente l’unica maggioranza possibile? E quanto sarebbe probabile un governo M5s-Pd? Secondo i timori dei leghisti potrebbe non essere un’ipotesi da scartare.

Come scrive l’agenzia di stampa Agi, la possibilità di una maggioranza alternativa c’è e la Lega teme il ribaltone, nonostante pubblicamente dica il contrario.

Ma di che numeri parliamo?

Governo news | I numeri dell’attuale maggioranza giallo-verde | Ultime notizie governo

L’attuale maggioranza, formata da Lega e M5s, conta in totale su 171 seggi al senato: 107 del M5s, 58 della Lega e 6 del gruppo misto.

149 sono invece i senatori dell’opposizione: 61 di Forza Italia, 52 del Pd, 18 di Fratelli d’Italia, 7 del gruppo misto e 8 delle autonomie.

Alla Camera la situazione è invece più favorevole: i numeri della maggioranza sono 349 (219 del M5s, 123 della Lega e 7 del gruppo Misto), mentre le opposizioni si attestano sui 279 deputati: 112 del Pd, 105 di Forza Italia, 32 di Fratelli d’Italia, 16 del gruppo Misto e 14 di Leu.

Ultime notizie governo | I numeri di un’eventuale maggioranza Pd-M5s

Quanto è probabile un’alleanza Pd-M5s? Diamo un’occhiata ai numeri. Al Senato, un’eventuale maggioranza avrebbe 107 senatori grillini e 52 del Pd. Se si contano anche i 7 del gruppo misto e 8 delle autonomie, si arriva a 174 senatori. Una maggioranza più ampia dell’attuale.

Alla Camera i numeri sono i seguenti: M5s 219, più 112 del Pd, ed eventualmente 16 del gruppo Misto e 14 di Leu, per un totale di 361 deputati. Anche in questo caso superiore ai 349 della maggioranza giallo-verde.

Ma quanto è credibile l’eventualità che il M5s volti le spalle alla Lega e guardi al Pd? E quanto è realistico che il Pd abbandoni la linea dura del “mai alleanze con i grillini”?

Questo è tutto da vedere, ma intanto fonti interne suggeriscono che la Lega questo sospetto inizia ad avercelo.

Salvini news | I timori della Lega | Ultime notizie governo

Solo ieri, Matteo Salvini aveva accusato gli alleati di essere “coalizzati con il Pd”.

“Io per undici mesi ho mantenuto la parola con gli italiani e i 5 stelle. Ma inizio a notare troppi accoppiamenti tra Pd e 5 stelle, troppa sintonia. Mi spieghi qualcuno se vuole andare d’accordo con il Pd o con gli italiani e la Lega rispettando il patto”, ha detto Salvini.

E anche il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti allude a un simile scenario: “Leggo di ammiccamenti sui giornali. Pd e M5s hanno i numeri” in Parlamento.

Ma nella mattina del 15 maggio, i toni si placano: “Abbiamo troppo da fare per dare soddisfazione a chi vuole che il governo salti. Certo, basta con gli attacchi”, dice Salvini dalle pagine del Corriere della Sera.

Salvini si rimangia i timori di ieri: “Non esiste una maggioranza alternativa”, afferma.

E guarda alle riforme ancora da fare, come quota 41, l’autonomia o la flat tax, per citarne alcuni.

Governo news | La reazione di Di Maio e Zingaretti

Sia Luigi Di Maio che Zingaretti smentiscono categoricamente questa eventualità

“Ma quale sintonia? Con un partito che pensa solo di alzare lo stipendio ai parlamentari e ai vitalizi? Il Pd è un semaforo che sta fermo, non ho nessuna sintonia col Pd”, ha detto il capo politico dei 5 stelle.

Anche Toninelli scarta l’ipotesi. “È un dibattito che non esiste: noi quando abbiamo preso un impegno lo portiamo avanti”, ha detto il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli. “Non vedo nessuna differenza tra partito democratico di oggi e il partito democratico di Renzi”.

Stessa smentita anche dal lato dem. “Per una volta sono d’accordo con Di Maio. Stia tranquillo Salvini il Pd non stringerà mai l’alleanza coi 5 stelle”, dice il capogruppo del Pd al Senato, Andrea Marcucci.

Anche il segretario dei dem, Nicola Zingaretti commenta: “È un trucco: si dice che Di Maio adesso sia diventato di sinistra. Io mi permetto di dire a Di Maio: non si può affermare che è uno scandalo che Salvini si allei con i neonazisti in Europa e poi permettergli di fare il ministro degli interni perché questa è ipocrisia, è una contraddizione”, afferma.

“Una persona di sinistra questo non lo permetterebbe mai. Siamo da un mese in un loop di polemiche, purtroppo, fanno quasi finta di litigare e scaricano sugli italiani un prezzo insopportabile”.

Ti potrebbe interessare
Politica / RETROSCENA TPI – Berlusconi sente Salvini e Casini: svolta sul Quirinale vicina
Politica / La telefonata tra Berlusconi e Boschi: “Vorrei essere più giovane per poterla corteggiare”
Politica / Quirinale, Letta avvisa: “Candidare la Casellati è il modo più diretto per far saltare tutto”
Ti potrebbe interessare
Politica / RETROSCENA TPI – Berlusconi sente Salvini e Casini: svolta sul Quirinale vicina
Politica / La telefonata tra Berlusconi e Boschi: “Vorrei essere più giovane per poterla corteggiare”
Politica / Quirinale, Letta avvisa: “Candidare la Casellati è il modo più diretto per far saltare tutto”
Politica / Di Maio: “Se il centrodestra propone un nome divisivo si spacca la maggioranza”
Politica / Chi è Guido Crosetto, il candidato votato da Fratelli d’Italia per il Quirinale
Politica / Renzi: “Il Senato in cambio dei voti alla Casellati? Non faccio scambi. Casini e Draghi restano le scelte migliori”
Politica / La deputata no vax Sara Cunial denuncia Roberto Fico: “Mi impediscono di votare per il Capo dello Stato”
Politica / Salvini spinge la candidatura di Casellati: “Se uno la chiama penso sia a disposizione”
Politica / Quirinale, Salvini: “Casellati non ha bisogno di essere candidata”
Politica / Quirinale, Letta al centrodestra: “Chiudiamoci in una stanza a pane e acqua per trovare una soluzione”