Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Gaffe di Fontana sui social: copia e incolla un post per errore scatenando l’ironia degli utenti

Immagine di copertina
Credit: Ansa

Fontana: la gaffe del governatore della Lombardia sui social

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana è stato preso di mira sui social a causa di una gaffe commessa nella mattinata di domenica 14 giugno. Sul suo profilo Facebook, infatti, è apparso un post, ora postato nella versione corretta, in cui Fontana esprimeva ai suoi follower la necessità di staccare la spina per un po’ dopo le settimane di intenso lavoro a causa dell’epidemia di Coronavirus. Agli utenti, però, non è sfuggito il fatto che il post pubblicato altro non era che una bozza, preparata dallo stesso Fontana e pubblicata dal suo social media manager oppure scritta dal suo ufficio stampa e pubblicata erroneamente da Fontana, questo non è dato saperlo. Sul post, infatti, vi era scritto: “Valuta domani così” e poi la stessa parte dell’incipit incollata per tre volte.

fontana gaffe

L’errore è stato successivamente corretto, ma non abbastanza in fretta da evitare i commenti ironici di alcuni utenti. Ora, comunque, sul profilo del governatore della Lombardia vi è la versione definitiva del post, le cui parole sono le seguenti: “Questa mattina, come sempre mi sono svegliato molto presto, ho pensato di fare una breve passeggiata, è domenica e staccare la mente prima di immergersi nel lavoro può far solo bene”. “Mi stavo preparando – continua Fontana – quando ho razionalizzato, non posso uscire, sono sotto scorta e non mi sembra bello costringere gli Agenti a seguirmi sebbene il loro attaccamento al lavoro non li farebbe batter ciglio”.

“Sono sotto scorta da qualche settimana a causa dell’odio politico che ha attaccato la Regione Lombardia, quello sciacallaggio che ha cercato di infangare la mia Giunta proprio nel momento in cui il fronte della pandemia richiedeva più attenzione. Riscontro un clima irrazionale, pericoloso per la nostra democrazia, qualcosa nel Paese rischia di naufragare: la ragione. Buona domenica. Una domenica di libertà e svago”.

Leggi anche: 1. Coronavirus, il governatore Fontana: “Sta emergendo la verità sul buon operato della regione Lombardia” / 2. L’ennesima gaffe del ministro Fontana che fa infuriare: definisce “malati” i ragazzi con la sindrome di Asperger

Ti potrebbe interessare
Politica / Scoppia la polemica nel Movimento 5 Stelle dopo le “due strade per il Quirinale” di Bettini
Politica / Quirinale, Bettini a TPI: “Conte prezioso per il Movimento 5 Stelle e per l’Italia”
Politica / Quirinale, no alle schede “segnate”: Roberto Fico complica i piani del centrodestra
Ti potrebbe interessare
Politica / Scoppia la polemica nel Movimento 5 Stelle dopo le “due strade per il Quirinale” di Bettini
Politica / Quirinale, Bettini a TPI: “Conte prezioso per il Movimento 5 Stelle e per l’Italia”
Politica / Quirinale, no alle schede “segnate”: Roberto Fico complica i piani del centrodestra
Politica / Gli intellettuali italiani contro Renzi: “Scelga tra il Senato e le attività promozionali all’estero”
Politica / Addio David (di Pierluigi Bersani)
Politica / Su giornali, radio e tv si parla del Presidente della Repubblica ogni 15 minuti: lo studio (e i nomi)
Politica / Le barricate di Salvini contro il Pd: no a Mattarella bis, no a Draghi al Colle e ad accordo su Capo dello Stato
Politica / Quirinale, Letta: “Propongo un patto di legislatura con un Presidente super partes”
Politica / Quirinale, Renzi: “Pronti a votare candidato centrodestra, ma non Berlusconi”. E profetizza 3 scenari
Politica / Anteprima TPI – Mediaset sfida la Rai: pronto un programma d’inchiesta anti-Report