Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Tre donne firmano una sentenza in Corte Costituzionale: è la prima volta nella storia

Immagine di copertina
La firma sulla sentenza n.150 depositata dalla Corte Costituzionale sul Jobs Act delle tre donne Marta Cartabia, Silvana Sciarra e Filomena Perrone.

Consulta, tre donne firmano una sentenza

Per la prima volta in 65 anni di vita della Corte Costituzionale tre donne hanno firmato una sentenza. Sono la presidente Marta Cartabia, la giudice relatrice Silvana Sciarra e la cancelliera Filomena Perrone. E la sentenza storica, tutta al femminile, è la numero 150 di quest’anno. La firma di tre donne in un atto della Consulta segna un ulteriore importante passo in avanti per l’affermazione delle donne nei più alti livelli della magistratura. Anche se è giusto ricordare che ad oggi tra i 15 giudici costituzionali ci sono solo tre donne, insieme a Cartabia e Sciarra anche Daria de Pretis.

Con la storica sentenza di oggi che porta la firma di tre donne, i giudici costituzionali hanno bocciato la norma contenuta nel Jobs Act che ancorava alla sola anzianità di servizio l’indennità di licenziamento illegittimo per vizi formali. La sentenza “femminile” arriva a un giorno di distanza dalla nomina epocale di Margherita Cassano, primo presidente aggiunto donna della Corte di Cassazione.

Ti potrebbe interessare
Politica / Matrimonio egualitario, ius scholae, fine vita: cosa prevede il programma del Pd
Opinioni / Letta ha chiuso ai 5S perché temeva la figura di Conte (di M. Tarantino)
Opinioni / Quel Movimento, per come lo abbiamo conosciuto, non esiste più (di M. Contigiani)
Ti potrebbe interessare
Politica / Matrimonio egualitario, ius scholae, fine vita: cosa prevede il programma del Pd
Opinioni / Letta ha chiuso ai 5S perché temeva la figura di Conte (di M. Tarantino)
Opinioni / Quel Movimento, per come lo abbiamo conosciuto, non esiste più (di M. Contigiani)
Economia / Al via i nuovi congedi parentali, da oggi le novità: dieci giorni obbligatori per i papà
Politica / Il centrodestra punta a una vittoria netta alle elezioni per prendersi anche il Quirinale
Politica / Zaia: "L’omosessualità non è una malattia, l’omofobia sì. Basta tabù sui diritti"
Politica / Elezioni, Adinolfi a Tpi: “Letta e Meloni sono come Sandra e Raimondo, litigano ma sono uguali”
Politica / L’aspirante candidata leghista alle politiche: “Le donne di sinistra? Scorbutiche, aggressive e acide”
Politica / Liliana Segre a Giorgia Meloni: “Tolga la fiamma dal simbolo del suo partito”
Politica / Di Maio: “Gli steward dello stadio San Paolo sono i miei eroi”