Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:30
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Europarlamentare Lega ironizza: “Vaccino rende liberi”. L’Auschwitz memorial risponde: “Declino morale”

Immagine di copertina

“‘La vaccinazione rende liberi’. Ricorda qualcosa? Se serve agevolo traduzione in tedesco”. Lo scrive su Twitter Francesca Donato europarlamentare della Lega che ha ingaggiato una nuova battaglia contro la vaccinazione. La frase in tedesco è tristemente famosa: ‘arbeit macht frei’, il motto posto all’ingresso di numerosi campi di concentramento nazisti. L’europarlamentare vorrebbe farsi gioco delle esternazioni del direttore del dipartimento prevenzione dell’Azienda sanitaria della provincia di Trento, Antonio Ferro, che invitava al vaccino i 5.500 operatori sanitari su 18 mila che ancora non lo avevano fatto. “Fatelo perché il vaccino rende liberi”, aveva detto Ferro. Ma l’uscita di Donato è suonata molto fuoriluogo.

Alla dichiarazione di Donato ha infatti risposto l’Auschwitz Memorial, oltre un milione di follower e che ogni giorno sul social pubblica le fotografie e le storie delle vittime di quell’orrore, decine di migliaia di persone gasate e bruciate nei forni crematori. “Quelle parole – cioè ‘il lavoro rende liberi’ in tedesco – sono diventate una delle icone dell’odio umano che ha portato a innumerevoli morti. La strumentalizzazione di questo simbolo per argomentare contro la vaccinazione che salva la vita umana, è un triste sintomo di declino morale e intellettuale”.

La Donato ha poi risposto a Carlo Calenda, che la invitava a scusarsi per la brutta uscita. “Scusarmi di aver evidenziato un grottesco e macabro slogan per la propaganda becera di farmaci sperimentali che “funzionicchiano”? E a che pro? Io non devo fare da zerbino alle lobby per esistere in politica, a differenza tua. #servi”, ha scritto su Twitter. 

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vertice del centrosinistra sul Quirinale, Letta: “Nessuna intesa sui nomi, ne parleremo con il centrodestra”
Cronaca / Beppe Grillo, l’accusa della procura: “Ha veicolato le richieste di Moby ai politici”. Le pressioni in chat a Toninelli
Politica / Grillo indagato, cosa c’è da sapere sull’inchiesta per traffico di influenze
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vertice del centrosinistra sul Quirinale, Letta: “Nessuna intesa sui nomi, ne parleremo con il centrodestra”
Cronaca / Beppe Grillo, l’accusa della procura: “Ha veicolato le richieste di Moby ai politici”. Le pressioni in chat a Toninelli
Politica / Grillo indagato, cosa c’è da sapere sull’inchiesta per traffico di influenze
Politica / Quirinale, Sgarbi: “Berlusconi è triste, l’operazione scoiattolo s’è fermata”
Politica / Salvini: “Penso che Draghi sarà premier anche nei prossimi mesi”
Politica / Imbarazzo al Senato: durante un convegno del M5S sulla Pa spunta un video porno
Politica / Quirinale, Salvini molla Berlusconi: “In arrivo una proposta della Lega per il Colle”
Politica / Scoppia la polemica nel Movimento 5 Stelle dopo le “due strade per il Quirinale” di Bettini
Politica / Quirinale, Bettini a TPI: “Conte prezioso per il Movimento 5 Stelle e per l’Italia”
Politica / Quirinale, no alle schede “segnate”: Roberto Fico complica i piani del centrodestra