Amministrative in Sicilia: Salvini “Grazie siciliani”, Di Maio: “Abbiamo dimostrato la solidità del M5s”

Di Laura Melissari
Pubblicato il 29 Apr. 2019 alle 10:14 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 01:16
0
Immagine di copertina

In Sicilia domenica 28 aprile 2019 si sono tenute le elezioni amministrative, in anticipo rispetto agli altri comuni italiani, che andranno al voto il prossimo 26 maggio. La Lega ha ottenuto buoni risultati, ma non ha sfondato, mentre il M5s ha confermato il suo calo.

Qui gli exit poll dei ballottaggi delle elezioni Sicilia 2019

Sicilia, elezioni amministrative in 34 comuni

Elezioni comunali Sicilia | I risultati

Qui i risultati delle elezioni amministrative nei principali comuni:

Gela: bocciato il M5s che aveva vinto le precedenti elezioni. In testa il candidato Dem Lucio Greco, sostenuto anche da Forza Italia.

Mazara del Vallo: si sfideranno al ballottaggio la Lega e il centro destra, con Giorgio Randazzo e Salvatore Quinci

Caltanissetta: in testa il centro destra di Michele Giarratana, secondo posto in bilico tra M5s e dem.

Castelvetrano: è sfida tra centro destra (Calogero Martire) e Movimento 5 Stelle (Enzo Alfano). Delusione per il candidato del Pd Calamia

Salemi: vince il sindaco uscente Domenico Venuti, con oltre il 50 per cento dei voti

Bagheria: Filippo Tripoli, del centro sinistra, è in testa e vince già al primo turno, seguito dal candidato di centro destra, Gino Di Stefano.

Aci Castello: è eletto il candidato sostenuto da Pd e liste civiche, Carmelo Scadurra

Monreale: sfida tra Alberto Arcidiacono e Piero Capizzi

Elezioni comunali Sicilia | Le reazioni

“Le amministrative in Sicilia hanno ancora una volta dimostrato la solidità del M5S. Quando si gioca ad armi pari e anche gli altri corrono con una sola lista mostriamo tutta la nostra solidità, ma la grande soddisfazione è essere arrivati al ballottaggio nell’unico capoluogo di provincia al voto: Caltanissetta”, ha detto Luigi Di Maio.

“Senza contare il ballottaggio nel Comune di Matteo Messina Denaro, Castelvetrano, a dimostrazione dei nostri anticorpi su legalità e lotta alla mafia. Il cambiamento continua”.

“La Lega in Sicilia è stata battuta dal M5S ovunque a dimostrazione del fatto che quando non corre con il centrodestra è sempre dietro il M5S”, dicono all’Ansa fonti del M5s.

Ma il ministro Salvini legge i risultati in modo diverso: “Grazie ai siciliani perché mi hanno regalato, ci hanno regalato, si sono regalati un’emozione, una voglia di cambiamento”, ha detto il vicepremier a Rtl 102.5.

“È una scelta che solo a parlarne due-tre anni fa sarebbe stato fantascienza. Vuol dire che quello che facciamo al governo piace dal Nord al Sud”, ha detto Salvini.

Anche il segretario del Pd in Sicilia, Davide Faraone commenta i risultati delle comunali nei 34 comuni dell’isola.

“Il M5S se lo conosci lo eviti, perdono e non vanno nemmeno al ballottaggio laddove hanno governato negli ultimi 5 anni (Gela e Bagheria). Salvini, piazze piene urne vuote. È venuto in Sicilia a fare il gradasso e torna in Padania con qualche selfie ma a mani vuote”, dice Faraone.

“Sui 7 comuni più grandi al voto, con il modello ‘Civico’ vinciamo o al primo turno o andiamo al ballottaggio con buone speranze di vittoria. Purtroppo non ce la facciamo a Castelvetrano e a Caltanissetta. Molto bene i nostri candidati nei piccoli comuni dove le esperienze civiche sono da sempre una regola”, ha detto.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.