Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:41
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Ddl Zan, Salvini punge Fedez: “Preferisco Orietta Berti”. E il rapper torna ad attaccare Renzi

Immagine di copertina

Dopo il botta e risposta di ieri tra Matteo Renzi e i Ferragnez, proseguono anche oggi le polemiche social tra politici e influencer a proposito del ddl Zan, che sarà sottoposto al voto del Senato il 13 luglio, senza il raggiungimento di un accordo nella maggioranza. A intervenire sul punto oggi è il leader della Lega Matteo Salvini, che a margine di un evento alla Camera ha dichiarato: “Renzi nel mirino di Fedez per il ddl Zan? Mi piace l’ultimo pezzo ma io preferisco Orietta Berti“.

Dal palco del concerto del primo maggio, Fedez aveva attaccato il partito di Salvini proprio per le sue posizioni sul disegno di legge contro l’omotransfobia e aveva accusato la Rai di censura. Ieri la moglie Chiara Ferragni aveva puntato il dito contro Matteo Renzi, che ha chiesto modifiche al testo del ddl Zan per raggiungere un compromesso.

Questa mattina il rapper è tornato sulla polemica a distanza tra la moglie e il leader di Italia viva, che l’aveva accusata di essere “banale” e “qualunquista” dopo una storia pubblicata su Instagram in cui si leggeva “Che schifo che fate politici”. La storia era accompagnata dalla foto di Matteo Renzi e da riferimenti alla posizione di Iv sul ddl Zan.

“Cogliere la bassezza della politica italiana è vedere Matteo Renzi chiedere un dibattito pubblico a Chiara Ferragni, questa è la cosa triste”, ha commentato Fedez su Instagram, chiedendo di non fare più paragoni tra Renzi che “è un politico pagato dagli italiani per rappresentarli” e la moglie che “è un’imprenditrice che non grava sulle tasche degli italiani e che esprime un suo pensiero e può permettersi di farlo anche in maniera banale”.

”Quello che mi stupisce”, ha proseguito il rapper, “è che ogni volta che io e mia moglie ci permettiamo di esprimere un nostro libero pensiero sul nostro paese è vedere questa distesa di intellettuali, politici e giornalisti che, dandoci degli ignoranti a noi, non fanno altro che mettere sullo stesso livello il pensiero di Chiara Ferragni e quello dei politici italiani”.

Fedez, infine, ha annunciato la diretta nel pomeriggio dedicata proprio al Ddl Zan. “Per chi volesse approfondire cosa sta succedendo in Senato ho organizzato una diretta stasera alle 18.30 con Alessandro Zan, Marco Cappato e Giuseppe Civati, voci più autorevoli della mia, che posso farvi comprendere meglio quello che sta accadendo e che potrà avvenire”.

“Matteo Renzi ci tiene davvero al Ddl Zan o è il pa****lo che ha sempre dimostrato di essere in questi anni di politica italiana?”, si chiede il rapper. “Il voto segreto sul ddl Zan è davvero necessario? Io, mente semplice e ignorante, vorrei sapere cosa votano i senatori. Perché secretare il loro voto?”.

Leggi anche: 1. Ddl Zan, Chiara Ferragni: “Che schifo i politici, guardano solo il loro interesse” /2. Ddl Zan: una battaglia giusta che ha preso una strada sbagliata (di S. Mentana) /3. Renzi il politico transgender che gioca sulla pelle dei più deboli per vendetta personale

Ti potrebbe interessare
Politica / "Nelle carceri italiane ho visto l'inferno"
Politica / Attacco dell’Iran a Israele, colloquio tra Giorgia Meloni ed Elly Schlein: l’Italia si unisce nel condannare Teheran
Politica / La maggioranza cambia la par condicio, i giornalisti Rai: “Servizio pubblico megafono del governo”
Ti potrebbe interessare
Politica / "Nelle carceri italiane ho visto l'inferno"
Politica / Attacco dell’Iran a Israele, colloquio tra Giorgia Meloni ed Elly Schlein: l’Italia si unisce nel condannare Teheran
Politica / La maggioranza cambia la par condicio, i giornalisti Rai: “Servizio pubblico megafono del governo”
Politica / Palamara a TPI: “Conosco il Sistema, mi candido alle europee per combatterlo”
Politica / La proposta di legge di Soumahoro sulla fine del Ramadan: "Sia giorno festivo"
Politica / Addio alla trasparenza: il regalo di Giorgia Meloni ai mercanti di armi
Politica / Mafia, massoneria e voto di scambio: arrestato a Palermo l’ex consigliere comunale Mimmo Russo (Fdi)
Politica / Il capitano Ultimo scopre il volto dopo 31 anni. Il video
Politica / Meloni: “L’Aquila un modello, risposta dello Stato da subito”
Politica / Stadio Roma, emessa la sentenza di primo grado: nove condanne e dieci assoluzioni