Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 10:03
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Il Cts si è spaccato sulle regole per palestre e piscine

Immagine di copertina

Le evidenti difficoltà nel gestire la seconda ondata della pandemia emergono non solo a livello politico ma anche a livello tecnico. E così, su uno dei temi che ha spaccato l’opinione pubblica in questi giorni – chiusura o meno di piscine e palestre in vista del nuovo Dpcm – anche il Cts si confronta con la sua prima “crisi” interna. Una divisione tra chi chiede massimo rigore e chi ritiene sia presto per fermare le attività.

In quella che sembra un vera e propria sfida tra fronti opposti abbiamo: il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora dichiaratamente schierato contro una chiusura delle attività. A lui si affiancano i colleghi degli Affari regionali Francesco Boccia e dell’Agricoltura Teresa Bellanova. Dall’altra parte abbiamo il ministro della Salute Roberto Speranza e dei Beni culturali Dario Franceschini decisi alla serrata. In mezzo il premier Giuseppe Conte, ormai lontano dalla linea dura.

Come riporta il Corriere, il primo a parlare è Achille Iachino che sollecita la chiusura. Poi interviene il capo di gabinetto di Speranza Goffredo Zaccardi che sollecita il Cts a esprimersi affinché le attività sportive siano fermate. Una posizione che trova l’appoggio dei vertici degli organismi della Salute: i presidenti dell’Istituto superiore di Sanità Silvio Brusaferro e del Consiglio Superiore Franco Locatelli, e il direttore scientifico dello Spallanzani Giuseppe Ippolito.

Alle 19, 30 si capisce che sarà impossibile trovare una posizione univoca. Il Cts “suggerisce una temporanea sospensione delle attività di uso di piscine e palestre nel principio di massima cautela raccomandando un adeguamento alle linee guida”. Conte concede una settimana per riscrivere i protocolli e sposa la linea di chi voleva tenere aperto. La prossima riunione del Cts deve ancora essere fissata. C’è da aspettarsi nuove crisi?

Leggi anche: 1. Allarme terapie intensive: ecco la situazione regione per regione. Se i casi aumentano non siamo pronti / 2. Il mistero delle 1.660 terapie intensive pronte all’uso che le Regioni non hanno ancora attivato / 3. I presidi contro De Luca: “No alla didattica a distanza. La scuola non si ferma” / 4. “Ora fermiamoci 3 settimane”: parla Crisanti / 5. “Giusto il coprifuoco a Roma e Milano”: lo dice Bassetti, il prof del “virus indebolito” / 6. L’allarme dei medici di famiglia: “Nel Lazio sommersi da telefonate”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

Ti potrebbe interessare
Politica / M5s, ora Grillo teme Conte: l’ex premier può “soffiargli” il partito
Politica / “Telefonate ad alta tensione con Draghi”: Conte vuole minare la leadership del premier
Politica / Zaki, Salvini: “Lavoro con le autorità del Cairo per soluzione, da Letta cittadinanza spot”
Ti potrebbe interessare
Politica / M5s, ora Grillo teme Conte: l’ex premier può “soffiargli” il partito
Politica / “Telefonate ad alta tensione con Draghi”: Conte vuole minare la leadership del premier
Politica / Zaki, Salvini: “Lavoro con le autorità del Cairo per soluzione, da Letta cittadinanza spot”
Opinioni / Gaia Tortora azzanna i giudici, ma coccola Berlusconi e Salvini (di Riccardo Bocca)
Politica / Pillon: “I maschi devono gareggiare con i maschi e le femmine con le femmine”
Politica / Cassese a TPI: “C’è un uso abusivo dello stato d’emergenza”
Politica / Marta Cartabia premier e Mario Draghi al Colle: il piano di Giorgetti per non andare al voto
Politica / De Magistris: "Siamo tutti cavie, solo tra qualche anno sapremo cosa ci siamo messi nel braccio"
Opinioni / L’Istat calcola 5,6 milioni di poveri. Ma per certi politici e imprenditori i sussidi sono roba per fannulloni
Politica / Gallera: "Berlusconi mi ha chiesto di andare a Roma. Pronto per un incarico nazionale"