Crisi di governo, Forza Italia apre a Salvini. Tajani: “Accordo prima del voto e alle nostre condizioni”

Il vice presidente del partito di Silvio Berlusconi: "Deve esserci pari dignità"

Di Maria Teresa Camarda
Pubblicato il 12 Ago. 2019 alle 11:16
0
Immagine di copertina
Matteo Salvini e Antonio Tajani

Crisi di governo, Tajani a Salvini: “Accordo prima del voto”

Crisi di governo, Forza Italia apre a un accordo con la Lega, in vista di un possibile ritorno alle urne a stretto giro di boa. Ma detta le sue condizioni. Perché “senza Forza Italia la Lega non vincerebbe le elezioni”. E a dirlo è il  vice presidente di Forza Italia ed ex presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani. La richiesta degli azzurri di Silvio Berlusconi è precisa: un accordo ben definito nel centrodestra, ma che sia siglato prima del voto.

Tajani, in un’intervista al Messaggero, chiarisce: “Vogliamo un accordo politico, che sia prima di tutto chiaro e ben definito, nel centrodestra. E deve essere siglato prima del voto. Deve esserci pari dignità, con l’indicazione precisa della ripartizione dei collegi”.

Qui tutte le notizie sulla crisi di governo in diretta

Crisi di governo, Forza Italia: “Subito al voto”

Forza Italia quindi è “per andare subito al voto”. Come partito, prosegue Tajani, “abbiamo un percorso politico ben definito, al quale stiamo lavorando da oltre un anno e che deve portare alla caduta del governo giallo-verde. L’obiettivo è dare al Paese, dopo le elezioni, un governo di centrodestra”.

Senza Forza Italia “non si va alle elezioni. E senza Forza Italia non si vincono le elezioni – chiarisce Tajani -. Senza un accordo con noi nel Centro-Sud si regalano tanti collegi al Partito democratico e al Movimento 5 stelle. Vogliamo davvero questo?”.

E ricorda che con Forza Italia “abbiamo la forza e la coerenza di chi ha sempre sostenuto che questo governo debba andare a casa. Siamo una cosa diversa dalla Lega, ma abbiamo un obiettivo comune. Vedo che si va verso un vertice con Salvini, Berlusconi e la Meloni. Mi pare importante, mi auguro si vada nella direzione da sempre auspicata da Forza Italia”.

Sul taglio dei parlamentari, invocato da pentastellati e dem, Tajani chiarisce e frena: “Fu voluto dal governo Berlusconi, ma fermato dal referendum chiesto dalla sinistra. Ma questa riforma è sbagliata, va a indebolire il ruolo del Parlamento”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.