Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:09
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Coronavirus, Salvini: “Perquisizioni nelle Rsa? Aspettiamo che medici e pazienti abbiano finito di morire”

Immagine di copertina
Matteo Salvini Credits: Ansa

Salvini: “Prima di perquisire le Rsa aspettiamo che l’epidemia sia finita”

“Penso che nessuno di questi dirigenti, medici e infermieri si aspettasse delle medaglie, però nemmeno attacchi quotidiani, inchieste e perquisizioni coi morti ancora in corsia”: lo ha dichiarato il leader della Lega Matteo Salvini ai microfoni di Rtl 102.5 questa mattina, dove è intervenuto per commentare le inchieste al Pio Albergo di Trivulzio e nelle altre Rsa della Lombardia in cui si sono verificati illeciti che, secondo gli inquirenti, avrebbero contribuito a far aumentare il numero di morti per Coronavirus tra gli anziani.  “Possiamo almeno aspettare che l’epidemia sia finita e che i pazienti e i medici abbiano finito di morire, prima di mandare ispettori nelle case di riposo?”, ha detto il segretario del Carroccio in riferimento alle perquisizioni che stanno avvenendo in “tutta Italia”.

L’ex ministro dell’Interno ha anche difeso il governatore della Lombardia, Attlio Fontana, che ieri ha annunciato l’intenzione di chiedere al premier Conte l’autorizzazione a riaprire le attività produttive dal 4 maggio. “È un grande segnale di concretezza e speranza per tutta Italia”, ha detto Salvini, spezzando una lancia a favore delle richieste del presidente leghista, accolte invece con scetticismo dagli esponenti dell’esecutivo. Salvini ha sottolineato che l’emergenza economica è grave quanto quella sanitaria, se non di più: “una cosa è l’emergenza sanitaria, e una cosa è l’emergenza economica, che ci dà tante preoccupazioni”, ha aggiunto.

Leggi anche:

1. “Aprire tutto, anzi chiudere, no aprire”: tutte le volte che Salvini ha cambiato idea sul Coronavirus | VIDEO 2. Fontana ha paura di perdere consensi: per questo ha cambiato idea e ora vuole aprire tutto. Schizofrenia di un governatore (di Luca Telese) 3. Ma come, Alzano doveva chiuderla il governo e ora però la regione può decidere di riaprire il 4 maggio? (di Giulio Cavalli) 4. Milano ha perso: così la città è stata travolta dall’onda lunga del virus (di Selvaggia Lucarelli)

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI
TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO
Ti potrebbe interessare
Politica / Liliana Segre denuncia Chef Rubio per minacce online
Politica / Dietrofront di Conte per il bonus pc e tablet ai deputati: “Regaliamoli alle scuole”
Politica / Minacce Meloni, Ronzulli: “Falsità su Reddito cittadinanza, stanno armando piazze”
Ti potrebbe interessare
Politica / Liliana Segre denuncia Chef Rubio per minacce online
Politica / Dietrofront di Conte per il bonus pc e tablet ai deputati: “Regaliamoli alle scuole”
Politica / Minacce Meloni, Ronzulli: “Falsità su Reddito cittadinanza, stanno armando piazze”
Politica / Regionali Lazio, “Così il Pd danneggia D’Amato. Le nomine per gli enti sui rifiuti lo dimostrano”. Parola di Montino (Pd)
Politica / Minacce di morte a Giorgia Meloni e sua figlia: indagato l'autore del post
Politica / “È diritto di critica”: TPI e Vladimir Luxuria assolti dall’accusa di aver diffamato il Congresso delle Famiglie
Politica / Meloni difende la manovra: “È ben fatta, da Bankitalia critiche non sostanziali”
Politica / Giustizia, Nordio contro le intercettazioni: “Strumento micidiale, serve una profonda revisione”
Politica / Mattarella: “Per il Pnrr bisogna onorare l’impegno con l’Ue nonostante le difficoltà”
Politica / Fazzolari: “La sinistra finalmente unita, ma per pagare il taxi o l’aperitivo col pos”