Report risponde a Fontana sul caso “camici lombardi”: “Ecco perché andremo in onda”

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 8 Giu. 2020 alle 11:20 Aggiornato il 8 Giu. 2020 alle 14:42
905
Immagine di copertina

Dopo Marco Travaglio, anche Sigfrido Ranucci, giornalista conduttore di Report, risponde al governatore della Regione Lombardia Attilio Fontana che aveva annunciato querela contro il Fatto Quotidiano, accusato di aver pubblicato falsità nell’articolo (anticipazione di un servizio di Report) sui camici forniti ai medici della regione dalla ditta di sua moglie e intimato alla Rai di non mandare in onda il servizio.

“Non vedo proprio perché non dovremmo andare in onda. In fondo, raccontiamo un bel gesto. Senza di noi e senza il ‘Fatto Quotidiano’ nessuno avrebbe infatti saputo che l’azienda del cognato del presidente della Lombardia ha donato ai suoi cittadini materiale sanitario. E, dal momento che Fontana dice di essere all’oscuro, possiamo dire che tutto sia avvenuto a sua insaputa, sia in Regione che in casa. Insomma, credo debba ringraziarci. Se non ce ne fossimo occupati noi avrebbe continuato a non sapere nulla”, afferma ironicamente Sigfrido Ranucci, proprio dalle colonne de Il Fatto.

“C’è una lettera di acquisto senza gara d’appalto di Aria, inviata alla Dama Spa, di 75 mila camici e 7000 tra cappellini e calzari. Il tutto per un valore di 513 mila euro. La società pubblica della Regione Lombardia specifica che il pagamento avverrà tramite bonifico entro 60 giorni dalla data di fatturazione. Poi, dopo circa 40 giorni, il 20 maggio, Dama spa comunica ad Aria Spa di aver deciso di trasformare il contratto di fornitura del 16.04.2020 in una donazione, cosa che effettivamente si concretizza il 22 maggio. Cos’è successo in questi 40 giorni?”.

Cosa è successo

L’affaire “camici” esplode in Lombardia. Il caso riguarda un quantitativo di camici forniti alla Regione Lombardia dall’azienda Dama spa, di cui una quota è di proprietà della moglie del governatore Attilio Fontana. A sollevare il caso è un’inchiesta di Report, anticipata e rilanciata ieri dal Fatto Quotidiano. Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ha querelato Il Fatto Quotidiano per l’articolo. “Ho dato mandato ai miei legali di querelare ‘Il Fatto Quotidiano’ per l’articolo di oggi che anticipa i contenuti della prossima puntata della trasmissione televisiva della Rai ‘Report’ in cui si racconta di una donazione di camici per protezione individuale forniti alla Regione Lombardia. Si tratta dell’ennesimo attacco politico vergognoso, basato su fatti volutamente artefatti e scientemente omissivi per raccontare una realtà che semplicemente non esiste”.

“Agli inviati della trasmissione televisiva ‘Report’ – prosegue Fontana – avevo già  spiegato per iscritto che non sapevo nulla della procedura attivata da ARIA SpA e che non sono mai intervenuto in alcun modo. Oggi il titolo di prima pagina del ‘Fatto’ e il testo mettono in connessione la ditta fornitrice con la mia persona attraverso la partecipazione azionaria (10%) di mia moglie e invocano un conflitto di interesse peraltro totalmente inesistente, proprio perché non vi è stato da parte mia alcun intervento”.

Leggi anche: Lombardia, i camici per i medici forniti dalla ditta della moglie di Fontana. Il caso 

905
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.