Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:11
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Bonus Inps, consigliera milanese si autodenuncia: “Non vivo di sola politica”

Immagine di copertina
Anita Pirovano

“Mi autodenuncio. Non vivo di politica perché non voglio e non potrei”. Dopo lo scandalo sui “furbetti” del bonus Inps Anita Pirovano, consigliera comunale milanese per la lista di sinistra Milano Progressista, ha pubblicato un post su Facebook in cui ammette di aver chiesto e ottenuto il contributo stanziato per le partite Iva dal governo durante l’emergenza Covid-19. A chiedere e ottenere il contributo, secondo quanto riporta Repubblica, sono stati cinque deputati, ma anche assessori e consiglieri regionali e comunali nonché sindaci (in tutto circa 2mila).

Sentitasi chiamata in causa da chi critica i “furbetti del bonus”, Pirovano ha deciso di affidare a Facebook il suo sfogo: “Mi autodenuncio”, scrive. “Non vivo di politica perché non voglio e non potrei. Non potrei perché ho un mutuo, faccio la spesa, mantengo mia figlia e – addirittura – ogni tanto mi piace uscire e durante le ferie andare in vacanza. In più ho studiato fino al dottorato e all’esame di stato per diventare psicologa e ricercatrice sociale”.

“Come tanti mi indigno – perché è surreale – se un parlamentare in carica fruisce ammortizzatori sociali e penso sia paradossale che una misura di sostegno al reddito non preveda nessuna soglia di reddito”, prosegue il post, “Tutto ciò premesso qualcuno – magari anche più lucido e meno incazzato di me – mi spiega perché da lavoratrice (e la politica non è un lavoro per definizione) non avrei dovuto fare richiesta di una misura di sostegno ai lavoratori destinata perché faccio anche politica? Considerato ovviamente che pur lavorando tanto ed essendo componente di un’assemblea elettiva (il che non mi garantisce né un’indennità né banalmente i contributi Inps) ho un reddito annuo dignitoso e nulla di più. Mi arrabbio ancor più se penso che nel calderone dei 2.000 probabilmente sarà stato tirato in causa anche qualche sindaco (accomunato ai parlamentari o ai consiglieri regionali dal comune impegno politico ma non dal conto in banca) di un piccolissimo comune con una grandissima responsabilità pubblica e un’indennità di poche centinaia di euro annue”.

Dei cinque deputati che, secondo quanto riporta Repubblica, avrebbero ottenuto il bonus per le partite iva dell’Inps, tre sono della Lega, uno del Movimento 5 Stelle e uno di Italia Viva. Sulla vicenda che riguarda i parlamentari è arrivata la condanna del presidente della Camera Roberto Fico e quella unanime delle forze politiche.

Leggi anche: 1. Deputati e bonus Iva, la difesa nella chat della Lega: “Forse un disguido dei commercialisti” /2. Bonus partita Iva, chi sono i 5 deputati che lo hanno chiesto e ottenuto

Ti potrebbe interessare
Politica / Monti: “Gli italiani? Hanno uno scarso livello di preparazione. Mia frase sull’informazione e il Covid infelice”
Politica / Quirinale, stop di Forza Italia a Draghi: “Se va al Colle si vota”. Ipotesi Cartabia prima donna premier
Politica / Draghi e i giovani: dialoghi sul futuro
Ti potrebbe interessare
Politica / Monti: “Gli italiani? Hanno uno scarso livello di preparazione. Mia frase sull’informazione e il Covid infelice”
Politica / Quirinale, stop di Forza Italia a Draghi: “Se va al Colle si vota”. Ipotesi Cartabia prima donna premier
Politica / Draghi e i giovani: dialoghi sul futuro
Politica / Renzi perde pezzi: il senatore Grimani lascia Italia Viva per il gruppo Misto
Politica / Il Viminale spende in calendari e zodiaco
Politica / Filarmonica internazionale Casellati: la mamma premia, il figlio dirige
Cronaca / Vaccino obbligatorio per tutti i lavoratori, l’ipotesi al vaglio del governo Draghi
Politica / Draghi sui migranti: “Arrivi 6 volte superiori al 2019, l’Italia non può fare da sola”
Politica / La rete di potere dell’avvocato renziano Alberto Bianchi della Fondazione Open
Politica / Non solo Renzi: così Mr. Astrazeneca cercava sponde anche nel M5S