Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Bonaccini: “Draghi non può fare tutto da solo, ora ascolti le Regioni”

Immagine di copertina

“Le riaperture graduali si stanno dimostrando una scelta giusta. Se non ci fossimo assunti questo rischio non guarderemmo con ottimismo ai mesi che abbiamo davanti, così come se avessimo aperto tutto e subito come chiedeva Salvini, avremmo nuovamente riportato il Paese nei guai”, a parlare in un’intervista al La Stampa è Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna.

“Le Regioni sono state attori importanti di questo rischio calcolato: i vaccini li stiamo somministrando noi e i protocolli per la ripartenza li abbiamo scritto noi per fare due esempi. E le Regioni potranno essere un soggetto decisivo anche per investire bene le risorse europee”, prosegue Bonaccini che fa appello a Draghi: “Adesso si tratta di capire se le autonomie locali saranno adeguatamente coinvolte come soggetti di programmazione e di attuazione. Non è un problema di bandierine: nemmeno il Governo migliore del mondo potrebbe spendere oltre 200 miliardi in modo centralissimo, perché le scuole e gli ospedali li costruiscono le Regioni e i Comuni, così come gli interventi di prevenzione del dissento idrogeologico o la rigenerazione urbana”.

E sulla patrimoniale proposta da Letta dice: “Se i ceti medio-bassi scivolano verso la povertà e quelli medi si riducono, o siano in grado di ridistribuire con più equità le risorse oppure i cittadini si affidano alla destra sovranità che promette muri e chiusure a protezione. Non diversamente, la scuola deve poter offrire a tutti pari opportunità. La sfida ambientale non può essere affrontata individualmente. Salute, istruzione, ambiente, sicurezza sono anche beni comuni senza i quali una società moderna collassa”.

Ti potrebbe interessare
Politica / Quirinale, Salvini molla Berlusconi: “In arrivo una proposta della Lega per il Colle”
Politica / Scoppia la polemica nel Movimento 5 Stelle dopo le “due strade per il Quirinale” di Bettini
Politica / Quirinale, Bettini a TPI: “Conte prezioso per il Movimento 5 Stelle e per l’Italia”
Ti potrebbe interessare
Politica / Quirinale, Salvini molla Berlusconi: “In arrivo una proposta della Lega per il Colle”
Politica / Scoppia la polemica nel Movimento 5 Stelle dopo le “due strade per il Quirinale” di Bettini
Politica / Quirinale, Bettini a TPI: “Conte prezioso per il Movimento 5 Stelle e per l’Italia”
Politica / Quirinale, no alle schede “segnate”: Roberto Fico complica i piani del centrodestra
Politica / Gli intellettuali italiani contro Renzi: “Scelga tra il Senato e le attività promozionali all’estero”
Politica / Addio David (di Pierluigi Bersani)
Politica / Su giornali, radio e tv si parla del Presidente della Repubblica ogni 15 minuti: lo studio (e i nomi)
Politica / Le barricate di Salvini contro il Pd: no a Mattarella bis, no a Draghi al Colle e ad accordo su Capo dello Stato
Politica / Quirinale, Letta: “Propongo un patto di legislatura con un Presidente super partes”
Politica / Quirinale, Renzi: “Pronti a votare candidato centrodestra, ma non Berlusconi”. E profetizza 3 scenari