Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:05
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

La “trappola” di Berlusconi: convincere Meloni a entrare nel partito unico per farle perdere voti

Immagine di copertina

“Dentro Forza Italia c’è una forte spinta verso l’ipotesi di creare un partito del centrodestra italiano, che unisca le varie sigle della coalizione sul modello del partito laburista inglese o dei Repubblicani francesi”. Il Cav, vorrebbe andare oltre la federazione lanciata da Matteo Salvini e arrivare presto a un partito unico con dentro tutte le forze della coalizione: dalla Lega a Fratelli d’Italia.

Berlusconi ha annunciato che presto farà conoscere un testo in cui ci saranno le basi della sua proposta. Ed è anche convinto che Giorgia Meloni debba essere della partita: “So che Meloni avrà qualche problema ad aderire, ma io ho il dovere di fare l’appello anche a lei”, ha annunciato Berlusconi.

In più l’ex premier ha lanciato un vero e proprio manifesto politico, che ricorda molto da vicino quello della discesa in campo, in stile ’94. Un appello a tutti gli alleati per dar vita a un partito unico del centrodestra. In realtà dietro alla mossa del cavaliere c’è più prosa che poesia nonché i soliti sondaggi sempre molto amati da Berlusconi.

Per farla breve il ragionamento che porta Silvione a voler “inglobare, sciogliere, diluire” nel progetto anche Giorgia Meloni è il seguente e parte proprio dagli ultimi numeri giunti sulla scrivania di Arcore, sondaggi considerati troppo bassi e deboli (a differenza di Salvini che invece li reputa buoni) per avviare solamente in due il partito unico: “O l’unione la facciamo anche con la Meloni altrimenti è meglio lasciar perdere. Se la lasciamo fuori gli apriremo delle praterie, crescerà ancora proprio a scapito dell’alleanza tra Fi e Lega”, questo il tenore dei ragionamenti che si fanno tra i fedelissimi di Berlusconi. Alleanza che dai sondaggi in mano al Cav stenta a decollare: galleggerebbe stancamente intorno al 25%.

Insomma, non solo la somma tra Fi e Lega non farebbe il totale, ma ci si andrebbe anche a perdere. Numeri giudicati insufficienti per dare il via all’operazione. Ecco i due motivi che hanno spinto il Cav a fare l’appello che tanto somiglia ad un predellino “reload”: 1) se Fratelli d’Italia rimane fuori continuerà a crescere quindi è necessario diluire il partito della Meloni all’interno del partito unico. 2) i numeri dell’ipotetica federazione di centrodestra Fi-Lega sono molto al di sotto delle attese del Cav.

Così Berlusconi ha tirato fuori a sorpresa la mossa del predellino. Mossa che, sia detto per inciso, non è stata concordata con Matteo Salvini tanto che da via Bellerio trapelava subito “sconcerto” per la fuga in avanti del Cav. Con una subordinata: e se poi la Meloni dicesse no all’invito di Berlusconi che si fa?

“Beh allora sarebbe meglio lasciar perdere” si lascia scappare con nonchalance un dirigente molto vicino al Cav. Anche l’intesa con Salvini? “Sì, anche quella”. Vuoi vedere, che, si chiedono ora nella Lega, era proprio questo in realtà il vero obiettivo della “sparata” del Cav?

Leggi anche: Perdere a Roma per scaricare la sconfitta sulla Meloni: il piano di Salvini per riprendersi il centrodestra

Ti potrebbe interessare
Politica / Facciamo eleggere: la campagna per le amministrative del Forum Disuguaglianze e Diversità. “Sosteniamo chi si batte per giustizia sociale e ambientale”
Politica / Draghi convoca il Cdm d’urgenza e lancia l’ultimatum ai partiti: o votate le riforme o niente Pnrr
Politica / Commissione Esteri, Meloni a Conte: “Se sei serio ritira di Maio”. “Sei all’opposizione o voti con Renzi?”
Ti potrebbe interessare
Politica / Facciamo eleggere: la campagna per le amministrative del Forum Disuguaglianze e Diversità. “Sosteniamo chi si batte per giustizia sociale e ambientale”
Politica / Draghi convoca il Cdm d’urgenza e lancia l’ultimatum ai partiti: o votate le riforme o niente Pnrr
Politica / Commissione Esteri, Meloni a Conte: “Se sei serio ritira di Maio”. “Sei all’opposizione o voti con Renzi?”
Politica / Ddl Zan, i dem rilanciano la legge: “Disposti a modifiche, ma sull’identità di genere non si tratta”
Politica / Conte: “M5S sconfitto in Senato, registriamo che c’è una nuova maggioranza da FdI a Iv”
Politica / Stefania Craxi eletta presidente della Commissione Esteri del Senato al posto di Petrocelli
Politica / Matteo Renzi: “I magistrati hanno interrotto il cammino di crescita di Italia Viva”
Politica / Giornata contro l’omofobia, Mattarella: "Rispetto e uguaglianza sono principi non derogabili"
Politica / Berlusconi attacca Biden e la Nato: "Così Putin non tratta"
Politica / “Vergogna, venduto!”: Speranza contestato dai No Vax a La Spezia | VIDEO