Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Berlusconi: “Se M5s prende meno del 20% alle Europee, sarà uno sfratto per il governo attuale”

Immagine di copertina

Silvio Berlusconi attende il Movimento Cinque Stelle al varco. Se alle europee faranno flop, bisognerà formare un nuovo governo. “Se Forza Italia riuscirà a fare un buon risultato e i 5 stelle scenderanno sotto il 20%, certamente sarà uno sfratto per il governo attuale e si potrà avere un nuovo esecutivo”, ha detto l’ex presidente del Consiglio.

Silvio Berlusconi è candidato capolista di Forza Italia in 4 circoscrizioni su cinque (al centro capolista è Antonio Tajani). Berlusconi guarda già a nuove consultazioni per esplorare una nuova maggioranza, o addirittura a elezioni anticipate.

“Non basta barrare il simbolo di Forza Italia con su scritto Berlusconi per votarmi, bisogna scrivere Silvio Berlusconi. Sarò il membro più importante del prossimo Parlamento Europeo, ma ho bisogno di ricevere molti voti, di una forte legittimazione in Italia per confrontarmi alla pari con gli altri leader dei Partiti popolari. Solo così potrò da un lato fare gli interessi dell’Italia e far cambiare questa Europa”, ha detto intervenendo a Mattino 5, rivolgendosi ai suoi elettori.

E Berlusconi parla poi di alleanze europee: il partito popolare, il più grande partito europeo e di cui fa parte Forza Italia, deve abbandonare l’alleanza con la sinistra e deve rivolgere lo sguardo ai liberali e ai conservatori, dice Berlusconi.

L’antipatia politica di Silvio Berlusconi nei confronti del M5s non è nuova. Il leader dei Forza Italia si è scagliato contro il reddito di cittadinanza definendolo “una bufala, insufficiente e inadeguato. “Quasi nessuno dei cittadini che ha fatto domanda riceverà i 780 euro, molti riceveranno meno di 500 euro e una parte importante solo 40 euro. Bisogna ritornare al programma giusto, il nostro, aiutare chi ha bisogno, bisogna alzare le pensioni più basse a 1000 euro e darla a chi lavora più di tutti, cioè alle nostre madri che hanno il diritto di avere una vecchiaia serena e dignitosa”, ha proseguito il leader di Forza Italia.

Ti potrebbe interessare
Politica / Monti: “Gli italiani? Hanno uno scarso livello di preparazione. Mia frase sull’informazione e il Covid infelice”
Politica / Quirinale, stop di Forza Italia a Draghi: “Se va al Colle si vota”. Ipotesi Cartabia prima donna premier
Politica / Draghi e i giovani: dialoghi sul futuro
Ti potrebbe interessare
Politica / Monti: “Gli italiani? Hanno uno scarso livello di preparazione. Mia frase sull’informazione e il Covid infelice”
Politica / Quirinale, stop di Forza Italia a Draghi: “Se va al Colle si vota”. Ipotesi Cartabia prima donna premier
Politica / Draghi e i giovani: dialoghi sul futuro
Politica / Renzi perde pezzi: il senatore Grimani lascia Italia Viva per il gruppo Misto
Politica / Il Viminale spende in calendari e zodiaco
Politica / Filarmonica internazionale Casellati: la mamma premia, il figlio dirige
Cronaca / Vaccino obbligatorio per tutti i lavoratori, l’ipotesi al vaglio del governo Draghi
Politica / Draghi sui migranti: “Arrivi 6 volte superiori al 2019, l’Italia non può fare da sola”
Politica / La rete di potere dell’avvocato renziano Alberto Bianchi della Fondazione Open
Politica / Non solo Renzi: così Mr. Astrazeneca cercava sponde anche nel M5S