Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:26
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Ballottaggio Potenza vincitore: Mario Guarente (Lega) il nuovo sindaco | Risultati | Chi ha vinto

Immagine di copertina
Mario Guarente

Ballottaggio Potenza vincitore | Potenza Ballottaggi elezioni comunali 2019 | Risultati | Chi ha vinto | Sindaco

Ballottaggio Potenza vincitore | A Potenza i cittadini domenica 9 giugno sono tornati alle urne per il secondo turno delle elezioni amministrative.

A vincere è stato il candidato del centrodestra Mario Guarente, che sconfitto lo sfidante Valerio Tramutoli (liste civiche). Qui i risultati del primo turno

Quando il neosindaco di Potenza (Lega) scriveva: “Salvini psicopatico, leghisti cogl****”
Qui tutti i comuni al ballottaggio

Questo il risultato delle urne:

Mario Guarente (centrodestra): 50,31 per cento

Valerio Tramutoli (liste civiche): 49,69 per cento

Ballottaggio Potenza vincitore | Chi ha vinto | Risultati | Mario Guarente

Il nuovo sindaco della città di Potenza è Mario Guarente, sostenuto dal centrodestra. A urne chiuse il neo primo cittadino aveva commentato così il ritorno al voto: “Seggi chiusi: comunque vada, è stata l’esperienza più bella della mia vita e non smetterò mai di ringraziarvi per l’affetto e la stima che mi avete dimostrato. Forza Potenza”.

La vittoria del centrodestra nella città lucana era stata data per scontata, ma la conquista della poltrona di sindaco per Guarente non è stata semplice.

Ballottaggio Potenza vincitore | Elezioni comunali 2019 | I risultati del primo turno

Questi sono i risultati del primo turno che si è tenuto due settimane fa, domenica 26 maggio 2019:

Mario Guarente – Centrodestra – 44,7 per cento

Valerio Tramutoli – La Basilicata Possibile e Potenza Città Giardino – 27,4 per cento

Bianca Andretta – Centrosinistra – 18,5 per cento

Marco Falconeri – Movimento 5 Stelle – 7,2 per cento

Giuseppe Ferraro – Potenza nel Cuore – 2,1 per cento

Ballottaggio Potenza vincitore | Potenza elezioni comunali 2019 | La guida al voto

I cittadini di Potenza sono tornati al voto domenica 9 giugno: i seggi sono rimasti aperti dalle 7 alle 23.

Sull’unica scheda compaiono i nomi dei due candidati alla carica di sindaco ammessi al ballottaggio, accompagnati dai simboli delle liste che appoggiano la candidatura.

Viene eletto sindaco chi tra i due candidati ottiene il maggior numero di voti.

Qui i risultati degli altri capoluoghi al ballottaggio
Ti potrebbe interessare
Politica / Luigi Di Maio: “Io al Pd? Nessuna iscrizione”
Politica / Alfredo Cospito, il governo agli anarchici: “Non scendiamo a patti con chi minaccia”
Politica / Fiorello convince Guido Crosetto a cantare “Bella Ciao” | VIDEO
Ti potrebbe interessare
Politica / Luigi Di Maio: “Io al Pd? Nessuna iscrizione”
Politica / Alfredo Cospito, il governo agli anarchici: “Non scendiamo a patti con chi minaccia”
Politica / Fiorello convince Guido Crosetto a cantare “Bella Ciao” | VIDEO
Politica / Bonaccini sull’ingresso di Giarrusso nel Pd: “Noi aperti a tutti ma prima chieda scusa”
Politica / Sospetti sulle elezioni politiche del 2022: “All’estero hanno votato troppi centenari”. Indaga la Procura
Politica / Meloni a Tripoli: “Rafforzata collaborazione con l’autorità libica in relazione alla guardia costiera”
Politica / Crosetto sotto attacco dell’ex premier russo Medvedev: “È uno sciocco raro”
Politica / L’ex M5s Giarrusso entra nel Pd: “Sto con Bonaccini, all’Italia serve più sinistra”
Politica / Pista anarchica per gli attacchi ai diplomatici italiani a Barcellona e Berlino: cinque fermati
Politica / Carcere per i clienti delle prostitute e per chi si apparta in auto: la proposta di legge di Fratelli d’Italia