Me

Ballottaggio Campobasso: Roberto Gravina (M5S) è il nuovo sindaco di Campobasso

Di Futura D'Aprile
Pubblicato il 9 Giu. 2019 alle 22:05 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 01:11
Immagine di copertina

Ballottaggio Campobasso risultati | Campobasso Ballottaggi elezioni comunali 2019 | Risultati | Exit Poll | Chi ha vinto

Ballottaggio Campobasso risultati | Oggi, domenica 9 maggio 2019 i cittadini di Campobasso sono stati chiamati a eleggere il proprio sindaco e a rinnovare il consiglio comunale.

A Campobasso a sfidarsi sono la candidata del centrodestra Maria Domenica D’Alessandro e Roberto Gravina (qui il suo profilo), che rappresenta il Movimento 5 Stelle. Il sindaco uscente Antonio Battista  del Partito Democratico non è riuscito a vincere un secondo mandato né ad arrivare al ballottaggio. Qui i risultati del primo turno.

• SE NON VISUALIZZI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI PIU’ RECENTI CLICCA QUI

Qui tutti i comuni al ballottaggio

Chi ha vinto le elezioni comunali a Campobasso? Chi ricoprirà la carica di sindaco?

Qui sotto i risultati definitivi:

Ballottaggio Campobasso | Chi ha vinto

Roberto Gravina (M5S) vince il ballottaggio ed è il nuovo sindaco di Campobasso. Sconfitta Maria Domenica D’Alessandro (centrodestra).

  • Roberto Gravina (Movimento 5 Stelle): 69,07%
  • Maria Domenica D’Alessandro (centrodestra): 30,93%

Ballottaggio Campobasso | I risultati del primo turno del 26 maggio

Questi i risultati del primo turno delle elezioni svoltesi il 26 maggio 2019:

Maria Domenica D’Alessandro: 39.71 per cento

Roberto Gravina: 29,41 per cento

Antonio Battista (PD): 25.85 per cento

Orlando Iannotti: (Movimento dei Forconi): 0.38 per cento

Paolo Liberanome (Io amo Campobasso): 4.66 per cento

Campobasso elezioni comunali 2019 | Come si vota

Come negli altri comuni italiani, anche a Campobasso non è ammesso il voto disgiunto al ballottaggio. A differenza del primo turno infatti non si può votare per un candidato sindaco e per una lista che non è ad esso collegata.

Il primo cittadino si elegge con sistema maggioritario, mentre la ripartizione dei seggi ai consiglieri avviene tramite sistema proporzionale.

Al primo turno invece tale opzione era disponibile.

Per garantire la governabilità, alle liste collegate al candidato sindaco vincitore viene attribuito il 60 per cento dei seggi. I restanti posti nel Consiglio verranno poi assegnati alle altre liste in maniera proporzionale attraverso il metodo D’Hondt.

Possono accedere al riparto dei seggi le liste che superano la soglia di sbarramento fissata al 3 per cento.

Qui i risultati degli altri capoluoghi al ballottaggio