Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Chi è Alessandra Locatelli, la nuova ministra per la Famiglia e la Disabilità

Immagine di copertina

Alessandra Locatelli, chi è la nuova ministra per la Famiglia e la Disabilità

Alessandra Locatelli è la nuova ministra della Famiglia e la Disabilità che subentra a Lorenzo Fontana, il quale passa invece alla guida del dicastero per le Politiche europee dopo la nomina di Paolo Savona alla CONSOB. I due nuovi ministri sono attesi oggi, 10 luglio 2019, alle 18 in Quirinale per il giuramento.

Ma chi è Alessandra Locatelli? Qual è il suo curriculum vitae? Vediamo di conoscere in modo più approfondito questo nuovo membro del governo Conte.

Alessandra Locatelli | Chi è la nuova ministra della Famiglia

Alessandra Locatelli, nata a Como il 24 settembre 1976, nel ruolo di ministro della Famiglia potrebbe “starci bene”. Laureata in Sociologia ed educatrice di professione, ha sempre avuto interesse nel trattare temi per quanto riguarda la famiglia e il sociale: la nuova ministra in quota Lega era infatti già stata nominata assessore alle Politiche Sociali e di sostegno alla famiglia, alle Politiche abitative, alla Solidarietà, Piani di Zona, Lavoro, Impresa sociale, Reti sociali e Decoro sociale proprio nella sua città, Como.

La sua non è una carriera politica di lungo corso ma, anzi, possiamo definirla un volto nuovo, anche se non per il Carroccio, partito in cui milita da diverso tempo. La Locatelli nel 2016, infatti, è diventata con la Lega segretario cittadino di Como, mentre nel 2017, in occasione delle elezioni amministrative, è passata alla carica di assessore e vicesindaco della città lombarda (scelta dal sindaco Mario Landriscina).

Tale incarico è stato poi interrotto dall’elezione della Locatelli, meno di un anno più tardi e sempre con la Lega, come deputata alle politiche del marzo 2018. Proprio per il suo background da educatrice, la Locatelli è stata fin da subito assegnata alla commissione Affari Sociali.

Per quanto riguarda le sue posizioni politiche, la Locatelli sembra essere una leghista in tutto e per tutto. Recentemente, nell’aprile 2019, non era d’accordo “alla concessione di spazi comunali a Comunità che non rispettano i diritti fondamentali della nostra società e della nostra cultura”: si parlava della concessione del parco Negretti, a Como, in occasione del Ramadan.

Molto più di recente la Locatelli, come tanti altri esponenti del Carroccio, si è scagliata contro Carola Rackete, la ormai notissima capitana della nave Ong Sea Watch.

Ti potrebbe interessare
Opinioni / L’irritazione di Palazzo Chigi per la visita di Grillo all’ambasciatore cinese: ecco perché Conte ha dato forfait
Opinioni / Perdere a Roma per scaricare la sconfitta sulla Meloni: il piano di Salvini per riprendersi il centrodestra
Politica / Grillo incontra l'ambasciatore cinese in Italia. Atteso anche Conte, l'ex premier dà forfait
Ti potrebbe interessare
Opinioni / L’irritazione di Palazzo Chigi per la visita di Grillo all’ambasciatore cinese: ecco perché Conte ha dato forfait
Opinioni / Perdere a Roma per scaricare la sconfitta sulla Meloni: il piano di Salvini per riprendersi il centrodestra
Politica / Grillo incontra l'ambasciatore cinese in Italia. Atteso anche Conte, l'ex premier dà forfait
Opinioni / Benvenuti nell’era del populismo vaccinale: il Governo blocca (di nuovo) AstraZeneca ma non spiega perché
Opinioni / Se Poste Italiane si impossessa del titolo di prima del più importante quotidiano finanziario italiano
Politica / Nichi Vendola: “Torno in politica, l’esilio è finito”
Politica / Salvare le aziende di Berlusconi: ecco cosa c’è dietro la federazione tra Forza Italia e Salvini
Politica / Cristallo a TPI: "Ci chiamano tossici perché vogliamo la Cannabis legale. Salvini sbandierava i Mojito al mare"
Opinioni / Il paradosso di Confindustria (e di parte del governo): “C’è la ripresa quindi si può licenziare”
Politica / “Troppi gay nella giuria di Ballando con le Stelle”: l’intervento al Senato sul Ddl Zan