Covid ultime 24h
casi +17.455
deceduti +192
tamponi +257.024
terapie intensive +15

Salvini a Macron: “Ci dia una mano con i terroristi”

Di Futura D'Aprile
Pubblicato il 22 Mar. 2019 alle 21:03 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 23:33
0
Immagine di copertina

“Il tema terroristi è quello che mi sta più a cuore: ce ne sono almeno una quindicina che dovrebbero essere in galera in Italia e invece bevono champagne a Parigi e dintorni”, ha commentato il ministro dell’Interno Matteo Salvini nel corso del suo tour elettorale in Basilicata.

> Chi sono i latitanti italiani all’estero

“Spero che su questo la Francia ci dia una mano e faccia quello che è giusto”.

Con queste parole Salvini ha risposto ad un giornalista che gli chiedeva un commento sull’incontro tra il premier italiano Conte e il presidente francese Macron nel corso del summit Ue.

Il 22 e il 23 marzo i leader dei paesi Ue si sono riuniti a Bruxelles per il Consiglio europeo per discutere di Brexit, rapporti con la Cina e sicurezza.

Il tema dei latitanti è da tempo al centro dell’agenda di Matteo Salvini, che ha accolto come una grande vittoria tanto per l’Italia quanto per il suo Governo la cattura e l’estradizione in Italia di Cesare Battisti a gennaio del 2019.

Non è la prima volta che il vicepremier lancia un simile appello al capo dell’Eliseo: la Francia è il paese che più di altri ha concesso “asilo” ai latitanti italiani tramite la “dottrina Mitterrand”, varata nel 1982 dall’allora presidente francese.

Mitterrand infatti si opponeva alla legislazione anti-terrorismo varata negli anni settanta e ottanta dai governi italiani.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.