Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:23
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Milano

In Lombardia tornano le zone rosse, Astuti (Pd): “Il piano vaccinale di Bertolaso è irrealizzabile”

Immagine di copertina
Samuele Astuti e Guido Bertolaso

Tornano le zone rosse in Lombardia. A partire dalle 18.00 di oggi, mercoledì 17 febbraio, le misure di sicurezza saranno in vigore nei comuni di Bollate (MI), Castrezzato (BS), Mede (PV) e Viggiù (VA) fino a mercoledì 24. Il decreto del Presidente della Regione Attilio Fontana si è reso necessario per bloccare i focolai individuati nei territori interessati. Preoccupa in particolare il dilagare di casi nelle scuole, per cui le lezioni di tutte le classi delle scuole primarie e secondarie si svolgeranno esclusivamente attraverso la didattica a distanza. Sospesa la frequenza ad asili nidi e scuole materne.

A fronte di questa situazione emergenziale, il piano di somministrazione dei vaccini elaborato da Guido Bertolaso continua a far discutere. Allo scetticismo manifestato dagli addetti ai lavori fa seguito quello del consigliere regionale del Pd Samuele Astuti, che commenta così il quadro delineato oggi in Commissione Sanità: “E’ chiaro che l’obiettivo di vaccinare tutti entro giugno è lontanissimo. Solo domani ci sarà in Regione l’incontro con i medici di base per pianificare i vaccini  per gli over 80 che dovranno essere trattati a domicilio”.

“Va peggio per i cronici under 80, per i quali non c’è neppure una data d’inizio delle vaccinazioni. Le grandi strutture, infine, che dovrebbero ospitare le vaccinazioni di massa non saranno pronte prima del 15 aprile. Ad oggi non sono neppure partite le gare per il noleggio degli stand”, aggiunge il capogruppo Pd in Commissione Sanità.

“E’ evidente – conclude Astuti – che il piano Bertolaso è velleitario ed è chiaro perché l’assessore Moratti abbia detto agli over 80 che ‘non c’è fretta’. Un’affermazione che, mentre dilagano le varianti del virus, ne sono state identificate quasi 600 in Lombardia, è prova di poca serietà e poco rispetto per i cittadini”.

Ti potrebbe interessare
Milano / Sindaco di Milano, spunta il nome di Vittorio Feltri: "Ho ricevuto qualche segnale"
Milano / Snam: nuova sede a Milano nel distretto “Symbiosis” di Covivio, iniziativa di rigenerazione urbana a Sud di Porta Romana
Milano / Milano, Albertini si ritira: crescono le azioni di Lupi, ma crollano quelle di Salvini
Ti potrebbe interessare
Milano / Sindaco di Milano, spunta il nome di Vittorio Feltri: "Ho ricevuto qualche segnale"
Milano / Snam: nuova sede a Milano nel distretto “Symbiosis” di Covivio, iniziativa di rigenerazione urbana a Sud di Porta Romana
Milano / Milano, Albertini si ritira: crescono le azioni di Lupi, ma crollano quelle di Salvini
Milano / Milano, alta tensione nel centrodestra: Salvini e Berlusconi devono scegliere tra Lupi e Albertini
Cronaca / “Vietato vestirsi da prostituta”: fa discutere il regolamento leghista di un comune del milanese
Milano / 25 Aprile: che mondo sarebbe senza Liberazione? Il video con Massimiliano Loizzi e Cochi Ponzoni
Milano / Milano, Salvini telefona ad Albertini: “Sfida tu Sala”. Ma i sondaggi bloccano l’ex sindaco
Milano / Elezioni comunali, Milano: gli errori della sinistra e una città da ricostruire dopo il Covid (di Louise and Me)
Milano / Regione Lombardia: Mirabelli annuncia un’interrogazione sulla nomina di Cordone
Cronaca / San Siro, le radici del disagio: nel buio della politica, l’unica luce è il volontariato