Covid ultime 24h
casi +23.232
deceduti +853
tamponi +188.659
terapie intensive +6

Brebemi presenta il libro-guida su Bergamo e Brescia, capitali della cultura 2023

“Dopo mesi difficili per le nostre province, con questo libro vogliamo dare un segnale positivo, ripartendo dalla bellezza del nostro territorio", ha affermato il Presidente Francesco Bettoni

Di Giorgio Del Re
Pubblicato il 11 Set. 2020 alle 19:53 Aggiornato il 12 Set. 2020 alle 10:49
0
Immagine di copertina
La presentazione di "Brebemi, non solo autostrada, strumento per incontrare città, paesi cultura e arte" al Convento dei Neveri a Bariano (Bg)

In vista del 2023, quando Bergamo e Brescia saranno capitali della cultura, A35 Brebemi presenta il libro-guida su città, paesi, cultura e arte lungo il percorso dell’autostrada

Al Convento dei Neveri a Bariano (Bg) è stato presentato il libro Brebemi, non solo autostrada, strumento per incontrare città, paesi cultura e arte alla presenza di Andrea Rota, Sindaco di Bariano; Claudio Bolandrini, Consigliere provinciale Provincia di Bergamo; Raffaele Moriggi, Presidente di Pianura da Scoprire; Basilio Rodella, fotografo ed editore del libro; Luciano Costa, autore dei testi; Francesco Bettoni, Presidente A35 Brebemi; Gianantonio Arnoldi, Amministratore Delegato C.A.L.; Giovanni Bazoli, Presidente Emerito Intesa Sanpaolo, Luca Rinaldi Soprintendente archeologia belle arti paesaggio Province di Bergamo e Brescia; Lara Magoni Assessore al turismo, marketing territoriale e moda di Regione Lombardia e Claudia Maria Terzi Assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile di Regione Lombardia.

A poche settimane dalla conferma della nomina di Brescia e Bergamo quali capitali della cultura italiane per il 2023, viene messo a disposizione del grande pubblico un primo strumento concreto per apprezzare opere d’arte, scorci, paesaggi, tradizioni lungo il percorso di A35 Brebemi, un’infrastruttura ideale per apprezzare le bellezze di quel territorio che comprende non solo le città e le provincie di Bergamo e Brescia ma in generale tutta la bassa pianura lombarda.

Il libro racconta una parte di Lombardia che partendo da Brescia, dopo aver attraversato cinque province, 26 comuni, 5 vasti parchi, 4 fiumi e aver confermato che tutt’attorno alla A35 si snodi e sviluppi un insieme di luoghi già pronti per diventare una vera e propria “regione turistica”, arriva a Milano, la grande metropoli europea conosciuta in tutto il mondo per storia, arte, design, business e moda.

Questo strumento è quindi un altro passo verso la conoscenza dell’immenso patrimonio umano, storico, artistico e culturale di cui dispongono l’Italia e la Lombardia in particolare ed è un passo che ben contribuisce a rendere sempre più evidente la “grande bellezza” e gli innumerevoli “incontri” che il tracciato di Brebemi offre e continuerà a offrire.

“Dopo mesi difficili per le nostre province, con questo libro vogliamo dare un segnale positivo, ripartendo dalla bellezza del nostro territorio, in vista di un traguardo importante come il 2023, in cui Brescia e Bergamo saranno capitali della cultura nazionali – ha affermato il Presidente di A35 Brebemi, Francesco Bettoni. La nostra autostrada unisce, non solo idealmente, queste due città con le sue province e Milano.

Fin dal suo concepimento l’intenzione è stata quella di costruire qualcosa di utile certo all’industria, al commercio, all’artigianato e all’agricoltura, che sono i capisaldi dell’economia, ma anche al turismo e alla cultura, che parimenti sono presupposti imprescindibili se si tende allo sviluppo del tessuto sociale, del territorio e delle sue mille sfaccettature, ognuna specchio fedele di paesi, frazioni, cascine, fiumi, devozioni, tradizioni, feste, santuari, storia, storie, castelli, palazzi e monumenti, tutti da scoprire, da amare e da preservare, partendo anche da questo prezioso libro.

Dopo che lo studio AGICI ha recentemente confermato investimenti lungo la Brebemi per oltre 1 miliardo e più di 3.700 posti di lavoro creati, ora ci aspettiamo anche una crescita del comparto turistico-culturale attraverso una promozione mirata, beneficiando della nostra infrastruttura che facilita la mobilità e valorizza tutta questa area”.

A35 Brebemi è il collegamento autostradale direttissimo tra Brescia e Milano, la via più veloce e sicura tra le due città. L’infrastruttura, attiva dal 23 luglio 2014, ha un’estensione di 62,1 km a cui sono state aggiunte la stazione di esazione di Castegnato e le rampe di interconnessione con l’autostrada A4. L’autostrada è raggiungibile dalla città di Brescia attraverso l’autostrada A4 (prendendo la rampa di uscita dopo Brescia Ovest in direzione “A35 Milano – Linate), la Tangenziale Sud di Brescia e la SP19 oppure utilizzando la nuova A21 (Corda Molle). I caselli dell’autostrada sono sei: Chiari Ovest, Calcio, Romano di Lombardia, Bariano, Caravaggio e Treviglio.

Superato l’ultimo casello di Treviglio, ci si immette nell’A58 Tangenziale Est Esterna Milano (TEEM) che consente all’A35 Brebemi di raggiungere la A1 all’altezza di Melegnano, la A4 all’altezza di Agrate, Linate e l’Area Metropolitana di Milano tramite due svincoli, a destra, Pozzuolo Martesana e a sinistra Liscate, che sboccano rispettivamente sulla SP103 Cassanese e sulla SP14 Rivoltana. A35 Brebemi ha ricevuto importanti riconoscimenti internazionali, in Usa e UK, quale miglior project financing infrastrutturale e miglior project bond europeo.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.