Covid ultime 24h
casi +8.561
deceduti +420
tamponi +143.116
terapie intensive +21

Si tatua il nome del figlio appena nato, ma poi fa una triste scoperta: il bambino non è suo

Di Giulia Angeletti
Pubblicato il 24 Feb. 2019 alle 12:12 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:54
0
Immagine di copertina

Decisamente un’amara sorpresa quella ricevuta da un neopapà colombiano, Pedro Pablo Santo Domingo. L’uomo, di 22 anni, non riusciva a contenere la felicità per la nascita di suo primo figlio.

Per questo motivo ha deciso di fare un gesto eclatante, una dedica importante e maestosa per il suo piccolo appena arrivato: è andato da un tatuatore e si è fatto scrivere il nome del bambino, Benjamin, a caratteri cubitali dietro la schiena.

Certo, non si tratta né del primo né dell’ultimo ad aver tatuato sul proprio corpo il nome di una persona importante. Con altrettanta certezza, però, possiamo dire che la sua storia è particolarmente singolare: Pedro Pablo, infatti, oramai a cose fatte e solo qualche giorno dopo aver fatto realizzare il sontuoso disegno sulla sua schiena, ha scoperto che in realtà quel bambino non è suo.

Pedro ha infatti trovato alcune conversazioni Whatsapp tra la sua fidanzata e il suo ex e, leggendole, ha fatto la triste scoperta: non è lui il padre di Benjamin. La madre del bambino, infatti, in quei messaggi diceva all’ex di voler riprendere la loro relazione e gli confessava che Benjamin non era il frutto dell’amore con Pedro Pablo.

La notizia della non paternità di Pedro Pablo, in seguito, è stata confermata da un test del dna: quando l’uomo ha quindi avuto la certezza assoluta della grande bugia della sua fidanzata ha reagito molto male, tanto da picchiare la neomamma con un bastone.

Come riportato dal sito di informazione locale La Opinion, i vicini di casa hanno salvato la donna dall’ira di Pedro Pablo e fatto intervenire la polizia che ha poi arrestato l’uomo. Il ragazzo, poi rilasciato dopo che le forze dell’ordine hanno ascoltato la sua storia, si trova adesso affidato ad un team di psicologi: ce la farà a superare il trauma e la beffa di portare il nome del figlio di qualcun’altro tatuato proprio sulla sua schiena?

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.