Covid ultime 24h
casi +23.232
deceduti +853
tamponi +188.659
terapie intensive +6

‘Non rompiamo i co***oni a Salvini, lasciamo che lavori!”: Morgan prende le difese del vicepremier

Di Marco Nepi
Pubblicato il 4 Lug. 2019 alle 16:04 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 02:22
0
Immagine di copertina
Morgan Salvini

Morgan Salvini – “Lasciamo lavorare Salvini. Non rompiamogli i coglioni”. Marco Castoldi, in arte Morgan, ha preso inaspettatamente le difese del vicepremier leghista Matteo Salvini.

“Un governo eredita una situazione, magari ha tante buone idee ma non è facile metterle in pratica. Per cui non rompiamo i coglioni a Salvini, lasciamolo lavorare. È stato eletto dal popolo, ha un mandato e segue la sua logica governativa”, ha detto il cantautore milanese.

L’ex compagno di Asia Argento ha commentato così all'”Adnkronos” la decisione del Gip di Agrigento, Alessandra Vella, di non convalidare l’arresto della Comandante della Sea Watch 3,Carola Rackete.

”Salvini in questo momento ha un compito molto gravoso – ha spiegato il musicista 46enne  – non credo che lui volesse arrivare all’arresto di Carola. Non bisognerebbe arrivare a delle misure estreme.

Bisogna trovare delle modalità che accontentino tutti a monte. Un ministro degli Interni si dovrebbe occupare di cose edificanti, non punitive”.

L’ex leader dei Bluvertigo ha sottolineato che ”le cose non nascono dal nulla: ci sono organizzazioni umanitarie, sociali e politiche che organizzano delle navi che vanno a raccogliere in mezzo al mare persone su delle barchette.

Perché tutti i governi europei non parlano con queste organizzazioni umanitarie? Perché non capiscono che bisogna evitare disastri organizzando le cose prima che accada il peggio? Bisogna lavorare sulle cause non sui sintomi!”.

E poi ha aggiunto: ”Ci sono della popolazioni sul pianeta terra che come me sono dei ‘senzatetto’ e cercano di trovare un luogo dove possono avere amici. La natura umana li porta a pensare che l’uomo debba essere per forza salvato. Per l’essere umano è normale pensare a un gesto di solidarietà e di comprensione. L’umanità ha bisogno di soccorso”.

Vittorio Sgarbi a TPI: “Morgan, ti ho trovato casa. Smettila di piagnucolare, porta i tuoi strumenti a Sutri”

Sea Watch, Carola Rackete torna libera. Salvini: “Mi vergogno dei magistrati”

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.