Covid ultime 24h
casi +13.114
deceduti +246
tamponi +170.633
terapie intensive +58

Game of Thrones, Kit Harington in rehab: la colpa è della fine della serie tv

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 29 Mag. 2019 alle 08:59 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 02:41
0
Immagine di copertina

KIT HARINGTON GAME OF THRONES REHAB – Mettere un punto alla fine di una serie televisiva come Game of Thrones ha lasciato l’amaro in bocca a gran parte del mondo (soprattutto per il modo in cui si è conclusa) e non tutti sono riusciti a placare il malcontento.

Terminato da qualche settimana, Game of Thrones fa ancora parlare di sé. Le conseguenze sono state molte: c’è chi ha firmato una petizione affinché l’ottava stagione venisse riformulata da capo, chi come Jason Momoa non ha affatto apprezzato la conclusione della serie e chi, come Kit Harington, ha direzionato il suo futuro verso il rehab.

L’attore per otto stagioni ha interpretato l’amato Jon Snow, alias legittimo erede al trono poiché figlio di Targaryen (che però non ha mai voluto il potere).

Kit Harington Game of Thrones | Rehab

Pare che Kit Harington soffra di eccessivo stress (dovuto a cosa, esattamente?) e abbia direzionato i mali del mondo nell’alcool. Il NY Post ha svelato la scelta di Harington di recarsi presso un centro di riabilitazione di lusso nel Connecticut (la la Privé-Swiss) per arginare il problema.

“L’attore sta seguendo un percorso di allenamento psicologico, praticando la meditazione e la terapia cognitivo comportamentale per combattere lo stress e venire a capo delle emozioni negative: la struttura ha un costo di 120.000 dollari al mese. Sua moglie Rose Leslie, 32 anni, che ha conosciuto Harington sul set interpretando la bruta Ygritte, gli sta dando il massimo supporto”, ha riportato NY Post.

Game of Thrones, 8×06: cosa è successo nel finale di serie

Messaggio politico elettorale. Committente: Tobia Zevi

Già dal documentario Game of Thrones – The Last Watch si era intuita la fragilità d’animo di Kit Harington: l’attore, leggendo il copione dell’ultima puntata, si è sciolto in lacrime adottando un’espressione amareggiata. Questa crisi è dovuta al fatto che, dopo tanto duro lavoro, è arrivato il tragico momento del “E adesso che si fa?”.

Nell’ultimo mese, l’attore ha frequentato diversi incontri degli Alcolisti Anonimi e ha cercato di levigare lo stress visitando una libreria del posto.

Stando a quanto riportato dal suo staff, più che in rehab Kit Harintgon sarebbe in un ritiro di benessere.

La pressione del Trono di Spade (e la sua fine) ha piegato anche i migliori.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.