Me

Joe Bastianich: “Assumerei Chef Rubio in un ristorante? Non so chi sia”

L'ex giudice di Masterchef non le manda a dire nei confronti di Chef Rubio

Di Antonio Scali
Pubblicato il 16 Ott. 2019 alle 18:11
Immagine di copertina

Joe Bastianich su Chef Rubio: “Non so chi sia”

Joe Bastianich non è certo uno che le manda a dire. Lo abbiamo ormai imparato a conoscere, dopo i tanti anni come giudice di MasterChef. L’imprenditore non ha peli sulla lingua e non si fa problemi a dire apertamente quello che pensa. Stavolta nel suo mirino è finito Chef Rubio, altro popolare cuoco della tv.

Intervenendo alla trasmissione di Radio 2 I lunatici, al concorrente di Amici Celebrities è stato chiesto un suo giudizio su Chef Rubio e se gli piacerebbe lavorare con lui: “Se assumerei mai Chef Rubio in un mio ristorante? Non so neanche chi sia. L’ho sentito nominare, ma non ho mai visto un suo programma. Non so chi è”, ha risposto senza mezze misure Bastianich.

Rubio d’altronde è uno che non le manda a dire, e recentemente ha fatto discutere al seguito di alcune sue posizioni sulla sparatoria di Trieste. Nel corso dell’intervista in radio, Bastianich ha parlato anche di altro, a cominciare dalla sua passione per la musica: “È sempre stata parte della mia vita, ho sempre suonato. Ora ho deciso di farlo in maniera più pubblica, era il momento. La musica mi dà la possibilità di esprimermi in modo molto diretto, divento un’altra persona”.

Sparatoria Trieste, chef Rubio dà la colpa a Salvini: “Scrive stupidaggini invece di dire sono una m****”

“Ho iniziato a suonare la chitarra da piccolo. Sono nato in America da migranti italiani, ho suonato, vissuto e conosciuto la musica per sentirmi un americano vero. Poi nella vita ho fatto tutt’altro, ora ho l’opportunità di tornare a suonare. Alla fine degli anni ’70-’80, a New York, ero un bambino italo-americano.

Sono cresciuto in periferia, non ero solo: cercavamo tutti di trovare un’altra vita. Italiani, polacchi, greci, slavi… Stavamo tutti insieme, c’era uno scambio culturale molto importante nella sua semplicità”, ha aggiunto Bastianich.