Covid ultime 24h
casi +9.938
deceduti +73
tamponi +98.862
terapie intensive +47

Ilaria D’Amico: “Ecco perché ho scelto di non lavorare più di domenica”

La conduttrice di Sky si è soffermata sulla relazione con Gigi Buffon

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 23 Gen. 2019 alle 18:46 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 08:36
1
Immagine di copertina

Da sedici anni lavora in Sky, ma la passione di Ilaria D’Amico per lo sport arriva da molto più lontano. Ed è proprio lì, nello specifico nel calcio, che ha trovato l’amore. La giornalista, da tempo fidanzata con l’ex portiere della Juventus, Gigi Buffon, ha parlato della sua carriera e di come, nell’ultimo periodo, sia stata influenzata dalla dinamiche familiari. In un’intervista al Corriere della sera del 22 gennaio 2019, la conduttrice ha spiegato la sua scelta, quella di non lavorare più le domeniche – ma solo per la Champions League – per dedicarsi alla famiglia.

Ilaria D’Amico e il rapporto con Gigi Buffon

La conduttrice vive a Milano dove lavora in televisione, il calciatore a Parigi dove si è trasferito per entrare nel Paris Saint-Germain. I due, oltre al loro bambino di tre anni, hanno altri figli avuti dalla precedenti relazioni. D’Amico ha un ragazzino di otto anni nato dall’unione con l’imprenditore Rocco Attisani. Due sono i figli nati dal matrimonio tra Buffon e Alena Šeredová. Per poter stare tutti assieme, la coppia ha trovato un compromesso.

“La vita è piuttosto movimentata. La soluzione più semplice sarebbe stata vivere tutti assieme a Parigi, ma ci sono i bambini, i genitori di ciascuno di loro, le sensibilità di tutti da rispettare. Quindi a fine settimana alternati, io, i bambini e i figli più grandi di Gigi andiamo a Parigi a trascorrere un weekend lungo – ha raccontato la giornalista – Appena può, Gigi ci raggiunge in Italia. E poi ci sono le varie vacanze scolastiche. Tutto molto vivace, ma anche bello”.

D’Amico, poi, si è soffermata sull’importanza della famiglia: “Ci vuole tempo e disponibilità per costruire e tenere unita una famiglia come la nostra. Ho scoperto che se avessi lavorato con tutti gli impegni di prima, non ce l’avrei fatta. E che, se la scelta è libera e consapevole, vale la pena di fare qualche rinuncia per vedere attorno a sé crescere gli affetti più cari”.

Ilaria D’Amico e la carriera

La conduttrice di Sky non ha alcuna intenzione di abbandonare il suo lavoro. “Sono figlia di una mamma che ha lavorato tanto per tutta la vita ed è stato un punto di riferimento insostituibile per noi figlie. Questa è la mia cultura e penso che la mia felicità e il mio equilibrio passino dall’essere madre, ma anche una professionista”, ha detto D’Amico.

Nessun addio neanche al calcio. “Dopo tanti anni continuo ad accorgermi della passione e del divertimento che rappresenta per me il racconto dello sport più popolare del nostro Paese. Sono certa, però, che in anni più tranquilli tornerò a dedicarmi anche ad altri tipi di racconto che mi appassionano allo stesso modo”.

Leggi anche: “Giornaliste tifose, ecco per quali squadre parteggiano”

1
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.