Covid ultime 24h
casi +20.499
deceduti +253
tamponi +325.404
terapie intensive +26

Gué Pequeno si scaglia contro Fedez: “Ha voluto il successo spasmodicamente. Oggi per lui la musica è marginale”

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 24 Mar. 2019 alle 12:15 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:15
0
Immagine di copertina
Gue Pequeno e Fedez

Il rapper Gué Pequeno è stato ospite della trasmissione ‘La Confessione’ di Peter Gomez e, nella puntata di venerdì 22 marzo, si è scagliato contro i colleghi Fedez e Sfera Ebbasta.

Su Sfera Ebbasta il produttore discografico ha commentato con il giornalista la tragedia di Corinaldo avvenuta l’8 dicembre 2017, in cui hanno perso la vita 5 ragazzi e una mamma.

“Tutti lo hanno conosciuto per la tragedia della discoteca di Corinaldo. Fedez ha detto che un artista del livello di Sfera non doveva andare in un posto del genere”, dice Gomez a Gué Pequeno.

L’ex membro dei Club Dogo ha risposto: “Fedez è stato due volte nello stesso posto”. “Quindi ha detto una sciocchezza?”, ribatte il direttore de Ilfattoquotidiano.it. “Eh beh. Ha perso un’occasione per stare zitto”, risponde il futuro giudice di The Voice of Italy.

Gué Pequeno ha prodotto il primo disco di Fedez, ma oggi i rapporti tra i due sono cambiati. “Penso che artisticamente, se devo commentare la musica, non è la mia fetta di torta, non è ‘la mia tazza di the’, come si dice in Inghilterra. Però penso che in questo momento per lui sia abbastanza marginale anche la musica – continua – Penso che sia una figura, un intrattenitore molto, molto astuto, attentissimo ed è una persona che ha cercato spasmodicamente il successo e lo ha ottenuto, secondo me anche oltre le sue aspettative ed è stato molto bravo a fare alcune mosse. Quello che in America si chiama ‘power move’: la mossa di potere”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.