Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:39
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Gossip

Gli 80 anni di Giorgio Gaber. Quanto è ancora attuale il Signor G.

Immagine di copertina

Nasceva ottant’anni fa, il 25 gennaio 1939 a Milano il grande cantautore, capace di raccontare la storia del paese, con il suo sguardo originale, eretico, indipendente.

Ci ha lasciati nel 2003, ma ad anni di distanza, vengono ancora organizzati concerti, musical e spettacoli teatrali in suo onore. Forse il suo genio è stato apprezzato troppo tardi, quando in Italia non abbiamo più intellettuali come lui.

Con la chitarra in mano e la sigaretta in bocca, la poesia e le parole erano sempre al centro. Gaber cantava di politica, di razzismo, di periferie, per questo i suoi brani sono ancora attualissimi.

Ma cosa avrebbe detto della situazione politica di oggi il Signor G?

Con questa alleanza Lega-movimento 5 Stelle il testo di Destra-sinistra acquisterebbe tutto un altro senso. La quota 100 sulle pensioni, diventerebbe un ironico monologo. Il tema immigrazione forse avrebbe stimolato nel cantautore una sonata sui naufragi in mare e sulle responsabilità dell’Europa e degli europei. E l’esplosione virale dei social network? Ci vorrebbe una rivisitazione di Quando è moda è moda.

Gaber era solito parlare anche di amministrazione e burocrazia, in opposizione alla fantasia. Il reddito di cittadinanza sarebbe finito sicuramente tra i suoi bersagli.

Il Signor G sarebbe stato ispirato (purtroppo) dal populismo dilagante, dai diritti umani violati nei confronti dei rifugiati, dalle strane alleanze politiche che sta sperimentando l’Europa di oggi.

Un valore guidava sempre il suo lavoro: la libertà. Nel 1970 dà vita ad un coraggiosissimo esperimento, il teatro canzone e scrive “La libertà non è star sopra un albero. Non è neanche il volo di un moscone. La libertà non è uno spazio libero, libertà è partecipazione”. Anche questi versi sembrano scritti l’altro ieri, in un momento in cui la partecipazione è quella da tastiera, e l’informazione e l’impegno civile renderebbero tutti più liberi.

Leggi anche: “Cinque canzoni per ricordare Giorgio Gaber”

Ti potrebbe interessare
Gossip / Franco Oppini, la confessione hot: “Il mio segreto con Ada Alberti? Facciamo l’amore otto ore al giorno”
Gossip / Gli insulti alla moglie italiana di Morata dopo la partita contro la Spagna
Gossip / “Can Yaman furioso”, “Diletta Leotta lo trattiene”: cos’è successo davvero in Turchia | VIDEO
Ti potrebbe interessare
Gossip / Franco Oppini, la confessione hot: “Il mio segreto con Ada Alberti? Facciamo l’amore otto ore al giorno”
Gossip / Gli insulti alla moglie italiana di Morata dopo la partita contro la Spagna
Gossip / “Can Yaman furioso”, “Diletta Leotta lo trattiene”: cos’è successo davvero in Turchia | VIDEO
Gossip / Massimo Boldi è di nuovo innamorato, lei ha 34 anni di meno: “Mi sfugge, si ritrae”
Gossip / Amedeo Goria e la fidanzata Vera Miales: “Facciamo l’amore 5 volte al giorno”
Gossip / La compagna del virologo Pregliasco: “Totalmente contraria al fatto che vada in tv, gli dico che è un pirla”
Gossip / Jennifer Lopez e Ben Affleck di nuovo insieme: il video del bacio
Gossip / Giorgia Soleri, la fidanzata di Damiano dei Maneskin, fa coming out: “Sono bisessuale”
Costume / Kanye West e Irina Shayk stanno insieme: le foto della coppia in vacanza in Provenza
Gossip / “Me sto a sentì male”, la reazione della fidanzata di Damiano per la vittoria all’Eurovision