Coronavirus:
positivi 13.428
deceduti 34.938
guariti 194.273

Salvini come Hitler: il poster in via Palermo a Milano

Lo street artist milanese Beast è l'autore del manifesto comparso questa mattina a Milano

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 26 Giu. 2018 alle 16:15 Aggiornato il 26 Giu. 2018 alle 18:49
5.6k

Matteo Salvini, ministro dell’Interno e vicepresidente del consiglio, nei panni del dittatore nazista Adolf Hitler. È il tema del poster comparso questa mattina a Milano su un muro di via Palermo.

L’autore del poster è lo street artist milanese Beast, famoso per i suoi fotomontaggi a tema politico.

Lo stesso artista che qualche mese fa aveva cosparso Milano di manifesti raffiguranti Matteo Renzi in posa come un modello, Silvio Berlusconi tatuato e Giorgia Meloni nei panni di una sfollata. Qui le immagini degli ironici poster sui politici comparsi a Milano prima delle elezioni politiche del 4 marzo.

Nel fotomontaggio Matteo Salvini è raffigurato in bianco e nero, come il Führer ha sul braccio la fascia che in questo caso, al posto della svastica, porta il simbolo della Lega. L’opera di Beast è stata rimossa subito dopo.

“Me lo aspettavo. Per questo è importante che l’immagine circoli online, in modo da raggiungere quante più persone possibile”, spiega lo street artist.

“Il ritratto gioca con le somiglianze tra la divisa indossata da Salvini e quella nazista, pur non richiamandola esplicitamente: la fascia al braccio, la croce di ferro sul petto, la capigliatura retrò in stile hitleriano”.

Sotto al poster del ministro dell’Interno del governo Conte in divisa militare si legge la didascalia “Hitching a ride”, che l’autore traduce con “farsi un giro o prendere in prestito. Qui io l’ho intesa come ‘farsi un giro con la giacca nuova’”.

Il nuovo manifesto di quasi tre metri cavalca l’onda del dibattito in corso tra Matteo Salvini, lo scrittore Roberto Saviano e il sindaco di Milano Giuseppe Sala sulle politiche di accoglienza del neo governo di Giuseppe Conte e in merito alle dichiarazioni di Salvini sul censimento dei rom.

Dopo i murales dedicati ai migranti di Banksy apparsi a Parigi per qualche ora stamattina è stato possibile vedere quello del ministro dell’Interno a Milano.

5.6k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.