Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 15:01
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home

Le immagini dei Rainbow Meetings, le annuali riunioni hippy tra amore, pace e libertà

Immagine di copertina
Credit: Denis Vejas

Il fotografo lituano Denis Vejas ha immortalato i cosiddetti Rainbow Meetings, gli incontri dove ogni anno hippy, anarchici, artisti e reincarnazioni di figure religiose si riuniscono per celebrare l'amore e la pace

Ogni anno hippy, anarchici, artisti e reincarnazioni di figure religiose si riuniscono nei cosiddetti Rainbow Meetings per celebrare l’amore e la pace.

Tra il 2012 e il 2014, il fotografo lituano Denis Vejas ha seguito e raccontato la vita delle Rainbow Family, comunità di persone unite da valori della non violenza e dell’egualitarismo.

Vejas racconta di aver conosciuto per la prima volta le “famiglie arcobaleno” durante un viaggio in autostop in giro per l’Europa, quando si imbatté in un gruppo di hippy italiani che gli parlarono di questi incontri annuali.

La famiglia Rainbow è una comunità anarchica, utopica e new age che si riunisce in occasione dei Rainbow Meetings.

Durante questi incontri l’attenzione si concentra sulla libertà e sull’amore.

Non ci sono costi di iscrizione, una gerarchia o un’organizzazione reale che regoli le riunioni.

Ognuno è in parte responsabile della pianificazione e dell’organizzazione dell’evento: esplorare la posizione, cucinare, e così via.

I costi sono coperti da donazioni dei partecipanti alla riunione, che passano le giornate organizzando o partecipando a laboratori di danza, meditazione, tamburo, yoga, tantra o droghe psichedeliche.

Il primo Rainbow Meetings del 1972, in Colorado, ha visto la partecipazione di oltre 20mila persone.

Da quel primo incontro sono nati moltissimi eventi annuali che sono ora celebrati in tutto il mondo.

Di solito, i luoghi degli incontri sono situati a circa 20 o 30 chilometri dalla città più vicina.

Da lì, bisogna seguire una scia di corde colorate appese agli alberi per trovare il percorso.

È così che Denis Vejas giunse al suo primo incontro nel 2008, dopo una passeggiata di quattro ore lungo le strade della Serbia.

Arrivato nella foresta, trovò ad accoglierlo persone nude e seminude che corsero verso di lui abbracciandolo e dicendogli che lo amavano.

Un gruppo di hippy cantava canzoni Krishna, altri ballavano al ritmo dei tamburi.

Tutte le immagini di questa galleria sono state realizzate da Denis Vejas tra il 2011 e il 2014 in diversi Rainbow Meeting svolti in Messico, Guatemala, Russia e Marocco.

Leggi anche: Sesso, droga e punk rock: 20 foto inedite delle feste underground negli Stati Uniti

Ti potrebbe interessare
Sport / Lino Banfi: “L’esultanza di Immobile? È il mio David di Donatello”
TV / Verissimo, gli ospiti e le anticipazioni della puntata in onda il 12 giugno 2021 su Canale 5
Cronaca / “La prof ha dato dello ‘scimmione’ a mio figlio"
Ti potrebbe interessare
Sport / Lino Banfi: “L’esultanza di Immobile? È il mio David di Donatello”
TV / Verissimo, gli ospiti e le anticipazioni della puntata in onda il 12 giugno 2021 su Canale 5
Cronaca / “La prof ha dato dello ‘scimmione’ a mio figlio"
Sport / Galles Svizzera streaming e diretta tv: dove vedere la partita degli Europei 2021
Calcio / Euro 2020, la prima volta dei Gufi reali
Cronaca / Mezza Italia in zona bianca dal 14 giugno: le regole da seguire
Oroscopo / Oroscopo Paolo Fox di domani per Bilancia, Scorpione, Sagittario, Capricorno, Acquario e Pesci | Domenica 13 giugno 2021
Oroscopo / Oroscopo Paolo Fox di domani per Ariete, Toro, Gemelli, Cancro, Leone e Vergine | Domenica 13 giugno 2021
Scienza / Anche nei vaccini le donne sono discriminate: quando la medicina non considera il sesso
Opinioni / Perdere a Roma per scaricare la sconfitta sulla Meloni: il piano di Salvini per riprendersi il centrodestra