Covid ultime 24h
casi +26.323
deceduti +686
tamponi +225.940
terapie intensive -20

L’attesa delle detenute minorenni condannate a morte in Iran

In Iran è possibile condannare a morte una bambina a partire dai nove anni, ma solo al compimento dei diciotto anni la sentenza viene eseguita

Di TPI
Pubblicato il 9 Gen. 2016 alle 09:05 Aggiornato il 20 Dic. 2017 alle 16:06
57

Il fotografo Sadegh Souri, nato nel 1985 in Iran, ha vinto il Visual Storytelling Awards 2015 grazie a questo potente reportage dalle carceri del suo paese. Waiting for Capital Punishment racconta attraverso le sue immagini in bianco e nero la condizione di bambine e ragazze iraniane detenute per anni in attesa di essere giustiziate.

E’ infatti possibile per la giustizia iraniana condannare a morte donne che abbiano compiuto nove anni per reati come omicidio, traffico di droga o rapina a mano armata. L’esecuzione capitale avviene, però, quando queste raggiungono i diciotto anni, dopo aver trascorso il tempo che passa dalla condanna al compimento della maggiore età nelle prigioni di stato.

Sadegh Souri ha voluto dare un volto e raccontare le storie delle donne detenute nel carcere di Zibashahr vicino a Teheran.

57
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.