Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

La zanzara geneticamente modificata che sconfiggerà la malaria

Immagine di copertina

I ricercatori dell'università di Irvine in California stanno creando un insetto immune al parassita, per far estinguere le zanzare vettori della malattia

I ricercatori dell’università di Irvine in California hanno modificato geneticamente la zanzara vettore della malaria per renderla immune a questa malattia.

La scoperta potrebbe consentire di debellare definitivamente la malaria, dato che il parassita viene diffuso proprio da alcune specie di zanzare, tra cui l’Anopheles, la zanzara diffusa in India su cui sono stati compiuti gli esperimenti, che contagiano l’uomo tramite le loro punture.

Quasi 3,2 miliardi di persone, circa la metà della popolazione mondiale, sono a rischio malaria. Nonostante i repellenti, le zanzariere e gli altri mezzi che si possono utilizzare per tenere lontani gli insetti che trasmettono la malaria, questa malattia continua ad uccidere 580mila persone ogni anno, di cui la maggior parte in Africa.

Proprio per questo gli scienziati stanno cercando di elaborare un metodo che sconfigga la malaria minandola alle basi: eliminando le zanzare vettore.

I ricercatori americani sono riusciti a produrre in laboratorio zanzare che oltre a non trasmettere la malattia danno alla luce cuccioli che nel 99 per cento dei casi riflettono le stesse caratteristiche modificate geneticamente sui genitori.

Generazione dopo generazione, gli insetti che trasmettono il parassita dovrebbero estinguersi, lasciando il passo alle zanzare modificate e alla loro progenie.

Rilasciare in natura un animale il cui Dna è stato modificato geneticamente, però, potrebbe comportare rischi per l’ecosistema. Gli scienziati devono quindi monitorare tutte le possibili conseguenze di un esperimento tanto delicato, prima di testarlo in natura.

Gli studiosi dell’università di Irvine hanno affermato che il prototipo non è ancora stato ultimato e saranno necessari ulteriori ricerche prima di utilizzare la zanzara nei Paesi più colpiti dalla malattia.

Ti potrebbe interessare
Esteri / I cani mangiano il biglietto vincente della lotteria, coppia riesce a riscuotere il premio
Esteri / Si taglia i genitali mentre dorme: stava sognando di affettare la carne
Esteri / In Scozia tamponi e assorbenti diventano gratuiti nei luoghi pubblici
Ti potrebbe interessare
Esteri / I cani mangiano il biglietto vincente della lotteria, coppia riesce a riscuotere il premio
Esteri / Si taglia i genitali mentre dorme: stava sognando di affettare la carne
Esteri / In Scozia tamponi e assorbenti diventano gratuiti nei luoghi pubblici
Esteri / Panico a Shanghai: scatta l’ordine di quarantena all’Ikea, le persone fuggono dal negozio | VIDEO
Esteri / Myanmar, San Suu Kyi condannata ad altri sei anni carcere
Esteri / Egitto, incendio in una chiesa copta a Giza: almeno 41 i morti
Esteri / Taiwan, dopo Nancy Pelosi arriva a sorpresa sull’isola un’altra delegazione del Congresso Usa
Esteri / Washington, uomo si schianta con auto in fiamme contro il cancello di Capitol Hill
Esteri / Dopo Rushdie, minacce di morte anche alla scrittrice J.K. Rowling: “La prossima sarai tu”
Esteri / Gerusalemme, attacco contro un bus: almeno otto feriti