Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Si fa suora, ma dopo 10 anni in convento cambia idea e diventa una pornostar

Immagine di copertina
Credits: Yudi Pineda/Instagram

La vocazione è finita quando si è innamorata del suo professore di religione. Così Yudi Pineda, 28 anni, si è trasferita a Medellin ed è entrata come modella in un portale di webcam per adulti

Ha vissuto quasi dieci anni in convento per diventare suora. Poi si è innamorata del professore, ha lasciato la tonaca ed è diventata webcam girl. Ma in chiesa ci va ancora “almeno tre volte a settimana”. È l’incredibile storia di Yudi Pineda, 28enne colombiana, la pornostar che non si perde una preghiera del venerdì.

Inizi – Tutto è cominciato quando aveva circa 10 anni: viveva a Ituango, nel dipartimento nord-occidentale di Antioquia, in Colombia. La famiglia si trasferisce a Uraba, e un giorno a scuola vengono invitate delle suore che raccontano la loro esperienza.

“In quel momento ho capito che avrei voluto diventare suora”, ha raccontato Yudi alla stampa locale. Per questo era felice quando è stata mandata a vivere in convento, all’età di 10 anni.

C’è rimasta per più di otto anni, quando la sua vocazione ha subito la prima crepa. Appena maggiorenne Yudi si innamora del professore di religione, lascia la tonaca e il convento e si trasferisce a Medellin.

Conversione – Ed è lì che incontra un certo Juan Bastos, che l’avrebbe introdotta nel mondo della pornografia amatoriale assumendola nel suo portale per adulti di webcam girl.

rudi pineda suora porno
Credits: Yudi Pineda/Instagram

“All’inizio non stavo bene come me stessa, mi sentivo in colpa quando entravo in chiesa”. Ma piano piano l’imbarazzo ha lasciato posto alla consapevolezza e Yudi ha conciliato il suo nuovo lavoro con il sentimento religioso.

“Ora ci sto bene e mi sento anche bene quando vado in chiesa. Non mi perdo mai le preghiere del venerdì, le riunioni del sabato o la messa domenicale. C’è qualcosa di artistico in quello che faccio oggi, non c’è niente di male”.

Yudi ha poi raccontato di aver resistito anche alle pressioni del suo prete, che ha cercato di convincerla a lasciare la sua occupazione nella pornografia e cercarsi altro.

Ma la ragazza non ha cambiato idea, vive con libertà il suo nuovo lavoro e la domenica, prima della messa, entra in confessionale per la penitenza.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Gaza: oltre 34.180 morti dal 7 ottobre. Sorge una tendopoli a Khan Younis in vista dell'attacco a Rafah. Libano, Idf: "Uccisi due comandanti di Hezbollah". Erdogan: "Non credo che la leadership di Hamas lascerà il Qatar"
Esteri / Gaza, caso Hind Rajab: “Uccisi anche i due paramedici inviati a salvarla”
Esteri / Suoni di donne e bambini che piangono e chiedono aiuto: ecco la nuova “tattica” di Israele per far uscire i palestinesi allo scoperto e colpirli con i droni
Ti potrebbe interessare
Esteri / Gaza: oltre 34.180 morti dal 7 ottobre. Sorge una tendopoli a Khan Younis in vista dell'attacco a Rafah. Libano, Idf: "Uccisi due comandanti di Hezbollah". Erdogan: "Non credo che la leadership di Hamas lascerà il Qatar"
Esteri / Gaza, caso Hind Rajab: “Uccisi anche i due paramedici inviati a salvarla”
Esteri / Suoni di donne e bambini che piangono e chiedono aiuto: ecco la nuova “tattica” di Israele per far uscire i palestinesi allo scoperto e colpirli con i droni
Esteri / Francia, colpi d'arma da fuoco contro il vincitore di "The Voice 2014": è ferito
Esteri / Gaza, al-Jazeera: "Recuperati 73 corpi da altre tre fosse comuni a Khan Younis". Oic denuncia "crimini contro l'umanità". Borrell: "Israele non attacchi Rafah: provocherebbe 1 milione di morti". Macron chiede a Netanyahu "un cessate il fuoco immediato e duraturo". Erdogan: "Evitare escalation". Usa: "Nessuna sanzione per unità Idf, solo divieto di ricevere aiuti"
Esteri / Raid di Israele su Rafah: ventidue morti tra i quali nove bambini
Esteri / Influenza aviaria, la preoccupazione dell’Oms per la trasmissione tra umani
Esteri / Media: “Hamas valuta l’ipotesi di lasciare il Qatar”. Bombardata in Iraq una base filo-iraniana
Esteri / Israele ha lanciato un attacco contro l’Iran: colpita una base militare a Isfahan. Media: “Teheran non pianifica una ritorsione immediata”. Blinken: "Usa non coinvolti"
Esteri / Germania, arrestate due spie russe che preparavano sabotaggi