Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 11:17
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Coree, Xi Jinping arrivato a Pyongyang: è il primo leader cinese a visitare il paese dal 2005

Immagine di copertina
Foto d'archivio Credit: AFP

Xi Jinping visita Corea Nord – È la prima visita di un capo di Stato cinese in Corea del Nord dal 2005. Xi Jinping è arrivato, giovedì 20 giugno, a Pyongyang per una visita di Stato con il leader nordcoreano Kim Jong-un.

L’incontro, che l’agenzia di stampa Xinhua ha definito “un nuovo capitolo” nei rapporti tra i due paesi, avviene a pochi giorni dal G20 di Osaka in Giappone, dove Xi incontrerà il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Ampio risalto alla visita è stato dato anche dai media nordcoreani. Il maggiore quotidiano del regime, il Rodong Sinmun, ha definito l’incontro bilaterale “una pagina indimenticabile nella storia” delle “relazioni amichevoli” tra i due paesi.

Xi, in un editoriale pubblicato sul principale organo di stampa della Corea del Nord, aveva ribadito il sostegno di Pechino alla metodologia adottata dalla Corea del Nord per risolvere le questioni della penisola, aggiungendo che Pechino contribuirà “attivamente alla pace, alla prosperità, allo sviluppo e alla prosperità nella regione”.

Secondo gli osservatori internazionali, la visita di Xi può essere interpretata come un tentativo della Cina di dimostrare il suo ruolo di forza nello scenario internazionale, in particolare in una fase di tensioni tra Kim Jong-un e gli Stati Uniti. Dopo il il fallito summit di Hanoi tra il dittatore nordcoreano e Trump, incontro in cui non è stato raggiunto un accordo sulla denuclearizzazione in cambio di un alleviamento delle sanzioni, il regime della penisola ha effettuato due test di armi a corto raggio ma si è trattenuto dal testare missili balistici.

Il regime di Kim, secondo quanto si apprende dai suoi organi di stampa, ha chiesto agli Stati Uniti di cambiare approccio verso Pyongyang e di riprendere il dialogo, ora in stallo, abbandonando le “politiche ostili” verso il paese.

A Washington, l’inviato speciale per la questione nordcoreana, Stephen Biegun, ha ribadito che gli Usa non hanno fissato condizioni per la ripresa dei colloqui con la Corea del Nord.

Ti potrebbe interessare
Esteri / “È un terrorista”: Tokyo, atleta iraniano accusato dopo l’oro nella pistola
Esteri / Donna di 60 anni ruba diamanti per 5 milioni di euro con un gioco di prestigio
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”
Ti potrebbe interessare
Esteri / “È un terrorista”: Tokyo, atleta iraniano accusato dopo l’oro nella pistola
Esteri / Donna di 60 anni ruba diamanti per 5 milioni di euro con un gioco di prestigio
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”
Esteri / Teologo musulmano critica i completi delle pallavoliste turche: “Siete sultani della fede, non dello sport”
Esteri / Variante Delta, Fauci: “Vaccinati o no, la contagiosità dei positivi è identica”
Esteri / Obbligo di vaccino per i dipendenti Google e Facebook
Esteri / A che punto è la crisi politica in Tunisia: Said licenzia 20 alti funzionari di governo
Economia / Effetto Covid, per tornare in ufficio i lavoratori londinesi chiedono un aumento di stipendio
Esteri / In Germania è iniziata ufficialmente la quarta ondata di Covid
Esteri / Influencer di giorno, narcotrafficante di notte: arrestata la 19enne "Miss Cracolandia"