Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:12
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Westminster: sostanza sospetta in un pacco, ma è falso allarme

Immagine di copertina
La sede del parlamento britannico.

La polizia britannica ha ricevuto una chiamata dal parlamento di Londra per un pacco sospetto: due persone sono state portate all'ospedale per precauzione, ma le analisi hanno dimostrato che la sostanza era innocua

Oggi, lunedì 12 marzo 2018, la polizia britannica ha ricevuto una chiamata da Westminster, sede del Parlamento del Regno Unito, per esaminare un pacco contenente una sostanza sospetta che era stato recapitato a un parlamentare.

Due persone, un uomo e una donna, sono state portate per precauzione all’ospedale. Nel giro di poche ore la sostanza è stata giudicata “non pericolosa”.

Un parlamentare conservatore ha dichiarato che il pacco sospetto era destinato a  Mohammad Yasin, un parlamentare musulmano del Partito laburista.

Né il governo, né la polizia metropolitana né il Partito laburista hanno commentato la notizia.

Le forze dell’ordine hanno riferito di essere state chiamate alle 12.58 (ora di Londra) per esaminare un pacco sospetto.

Poco dopo la chiamata una portavoce parlamentare ha dichiarato: “Siamo a conoscenza di una potenziale situazione che coinvolge una sostanza sospetta e che la polizia metropolitana sta indagando”.

“Non c’è stata alcuna evacuazione, ma l’area interessata è stata isolata”, ha aggiunto.

Le indagini si sono concentrate sugli edifici parlamentari Norman Shaw Buildings, nel complesso di Westminster, dove molti legislatori hanno i loro uffici.

Intorno alle 16 (ora di Londra), una portavoce del Parlamento ha dichiarato che la “sostanza sospetta è stata indagata dalla polizia di Met e non è risultata pericolosa”.

Il mese scorso la polizia aveva indagato su una polvere bianca inviata a un ufficio del parlamento, ma, anche in quel caso, in seguito la sostanza fu giudicata innocuo.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, Donald Trump vince le primarie repubblicane in South Carolina ma la sfidante Nikki Haley non si ritira
Esteri / La Città Santa delle droghe: la piaga della tossicodipendenza a Gerusalemme Est
Esteri / Fattore Trump: così il possibile ritorno di The Donald alla Casa bianca allunga le guerre in Ucraina e a Gaza
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, Donald Trump vince le primarie repubblicane in South Carolina ma la sfidante Nikki Haley non si ritira
Esteri / La Città Santa delle droghe: la piaga della tossicodipendenza a Gerusalemme Est
Esteri / Fattore Trump: così il possibile ritorno di The Donald alla Casa bianca allunga le guerre in Ucraina e a Gaza
Esteri / Mar Rosso, Houthi annunciano attacco a petroliera Usa. Siria, ong: "Uccisi due membri di Hezbollah in un raid di Israele al confine con il Libano"
Esteri / Reportage TPI – Non solo Gaza: viaggio nell’altra guerra ai palestinesi nei Territori occupati di cui nessuno parla
Esteri / Navalny, le autorità russe restituiscono il corpo alla madre
Esteri / Affari armati: ecco tutti i numeri sugli aiuti militari all’Ucraina
Esteri / L’Italia ha firmato un patto di sicurezza con l’Ucraina: ecco cosa prevede
Esteri / Meloni a Kiev: “L’Ucraina è casa nostra. La difenderemo” | VIDEO
Esteri / Gaza, Lula non si scusa ma insiste: "Non è una guerra ma un genocidio"