Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 17:49
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Un marito picchia e prende a calci la moglie in ascensore fino a ucciderla: il video che ha scioccato il Brasile

Immagine di copertina

Il video è della notte del 22 luglio, ma è stato trasmesso per la prima volta domenica su Fantástico, un programma televisivo molto popolare in Brasile

La scena è stata ripresa dalla telecamere di sicurezza. Nelle immagini terrificanti si vede un uomo che picchia e prende a calci la moglie nel garage del loro palazzo. La donna cerca di fuggire e il marito la trascina nell’ascensore dove continua a massacrarla di botte.

La coppia sale al quinto piano dove si trova il loro appartamento e, nemmeno 20 minuti dopo, l’uomo di nuovo in ascensore scende giù a prendere il corpo sanguinante e senza vita della moglie che era precipitato nel marciapiede sottostante.

Nelle immagini riprese dall’ascensore si vede questa volta il marito che trascina il cadavere della moglie per riportarlo nell’appartamento.

In ascensore l’uomo si guarda allo specchio e sembra che si stia ripulendo il volto dalle macchie di sangue, di fianco accasciato a terra il corpo senza vita della donna.

Il filmato di qualche ora dopo mostra l’uomo che, tornato in ascensore, ripulisce il pavimento e le pareti dalla tracce del sangue della moglie.

Il video è della notte del 22 luglio, ma è stato trasmesso per la prima volta domenica su Fantástico, un programma televisivo molto popolare in Brasile.

La donna si chiamava Tatiane Spitzner mentre il marito Luís Felipe Manvailer. Secondo quanto riporta il New York Times, Manvailer è stato subito arrestato e attualmente è indagato per uxoricidio, vale a dire l’omicidio della propria moglie, anche se l’uomo nega ogni responsabilità sostenendo che la donna si sia buttata giù dal balcone.

“Il video testimonia la violenza che abbiamo documentato”, ha dichiarato al New York Times Maria Laura Canineu, direttore brasiliano di Human Rights Watch. “Il Brasile deve imparare a prevenire questi episodi, visto che è molto raro che un omicidio sia conseguenza del primissimo episodio di violenza in una coppia o in una famiglia”.

In Brasile, secondo i dati tratti da un sondaggio nazionale del 2017, un terzo delle donne è vittima di violenza domestica.

Uno degli aspetti più sconvolgenti di questo video è proprio quello che gli spettatori non possono vedere: i 15 minuti in cui si crede che le percosse del marito siano continuate fino ad ucciderla.

Tatiane Spitzner e Luís Felipe Manvailer si sono sposati nel 2013.

Ti potrebbe interessare
Esteri / New York, fattorino accoltellato mentre è in bici termina la consegna prima di andare in ospedale
Esteri / L’Afghanistan è senza vaccini, e i bambini pagano il prezzo dell’egoismo dei paesi ricchi
Esteri / “Pipistrelli vivi in gabbia”: il video che smentisce l’Oms | VIDEO
Ti potrebbe interessare
Esteri / New York, fattorino accoltellato mentre è in bici termina la consegna prima di andare in ospedale
Esteri / L’Afghanistan è senza vaccini, e i bambini pagano il prezzo dell’egoismo dei paesi ricchi
Esteri / “Pipistrelli vivi in gabbia”: il video che smentisce l’Oms | VIDEO
Esteri / “L’Ultimo G7”. La Cina irride l’Occidente, tranne l’Italia: “Lupo che resiste agli Usa”
Esteri / Nato, i leader: "Da Cina e Russia minacce alla sicurezza". Draghi: "Riaffermare alleanza Usa"
Esteri / Putin: "Navalny? Non abbiamo l'abitudine di assassinare nessuno"
Esteri / Scandalo 1MDB: ex rapper dei Fugees accusato di pressioni per convincere Trump a non indagare
Esteri / Sversamento di idrocarburi a largo della Corsica: “Si rischia il disastro ambientale”
Esteri / Sudan, scarcerato Marco Zennaro: l'imprenditore italiano è ai domiciliari in hotel 
Esteri / Israele chiude la più importante organizzazione sanitaria palestinese. A rischio lotta al Covid