Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Il sogno infranto di Hillary

Immagine di copertina

Un video ironizza sulla sconfitta a sorpresa di Hillary Clinton facendo una similitudine con il Natale e citando la celebre canzone dei Rolling Stones

You can’t always get what you want” (Non puoi sempre avere quello che vuoi), cantavano i Rolling Stones negli anni Sessanta. E questo ritornello potrebbe essere venuto in mente a Hillary Clinton nel momento in cui è arrivata la vittoria a sorpresa di Donald Trump.

Ma quando tutto sembrava fatto, i media davano al 90 per cento le sue chance di arrivare alla Casa Bianca, la sorpresa e la delusione, ancora più forte proprio per quel sentimento di ‘inevitabilità che aveva accompagnato Hillary Clinton verso la Casa Bianca.

Forse è stata proprio la testardaggine di Hillary (che era stata già sconfitta otto anni prima nelle primarie da Barack Obama e i segnali di insofferenza da parte dell’elettorato c’erano già stati durante la campagna delle primarie con Sanders), a rendere ancora più cocente la sconfitta.

In modo molto più scherzoso un video apparso sul sito irlandese Joe.ie legge a modo suo l’ultima elezione americana.

Hillary è una giovane bambina che il giorno di Natale esce di corsa a prendere il suo dono, un modellino gigante della Casa Bianca, che i genitori Barack e Michelle hanno messo in giardino. Ma arriva un cane arrabbiato con la faccia di Donald Trump che le impedisce di prenderlo.

“Non puoi sempre avere quello che vuoi” conclude il video citando i Rolling Stones. Con un’avvertenza, però: “Attenti bambini, Donald Trump non è solo per Natale”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa: la polizia di Los Angeles e la DEA aprono un’indagine sulla morte di Matthew Perry
Esteri / Papa Francesco: “No alle donne diacono e non si possono benedire le unioni omosessuali”
Esteri / Gaza: oltre 35.700 morti e quasi 80mila feriti dal 7 ottobre. Nessun servizio sanitario a Gaza City e nel nord della Striscia. Idf schierano un’altra brigata a Rafah. Norvegia, Spagna e Irlanda riconosceranno lo Stato di Palestina. Israele convoca gli ambasciatori. Critiche dalla Casa bianca. La Francia: "Non è il momento". Netanyahu: "Sarebbe uno Stato terrorista"
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa: la polizia di Los Angeles e la DEA aprono un’indagine sulla morte di Matthew Perry
Esteri / Papa Francesco: “No alle donne diacono e non si possono benedire le unioni omosessuali”
Esteri / Gaza: oltre 35.700 morti e quasi 80mila feriti dal 7 ottobre. Nessun servizio sanitario a Gaza City e nel nord della Striscia. Idf schierano un’altra brigata a Rafah. Norvegia, Spagna e Irlanda riconosceranno lo Stato di Palestina. Israele convoca gli ambasciatori. Critiche dalla Casa bianca. La Francia: "Non è il momento". Netanyahu: "Sarebbe uno Stato terrorista"
Esteri / Migliaia di migranti abbandonati nel deserto con i fondi dell’Ue: una nuova inchiesta svela il coinvolgimento di Bruxelles
Esteri / Turbolenza sul volo Londra-Singapore: un morto e 54 feriti
Esteri / A Gaza oltre 35.600 morti dal 7 ottobre. Qatar: "I colloqui per la tregua sono in stallo". Gallant: "Non riconosciamo l'autorità della Corte penale internazionale". Sequestrate attrezzature tv nella sede di AP a Sderot: "Fornivano immagini ad al-Jazeera". Iran, le presidenziali si terranno il 28 giugno
Esteri / Corte penale internazionale, il procuratore chiede l'arresto per Netanyahu, Gallant e tre leader di Hamas
Esteri / Vittoria per Julian Assange: può fare appello contro l’estradizione negli Usa
Esteri / Iran: cosa può accadere ora dopo la morte del presidente Raisi
Esteri / Cosa sappiamo finora sull'incidente del presidente iraniano Raisi