Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 13:17
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Cosa ha detto il sindaco di New York ai suoi concittadini in vista dei 4 anni di presidenza Trump

Immagine di copertina

"New York è sempre New York. Niente di ciò che siamo è cambiato il giorno delle elezioni. Somos siempre Nueva York"

Durante un accorato discorso dedicato ai suoi concittadini presso la Cooper Union, il sindaco democratico di New York Bill de Blasio ha confermato la vocazione della Grande Mela alla tolleranza e al pluralismo e la sua natura multiculturale e multietnica:

Questa è la mia promessa come vostro sindaco: useremo tutti gli strumenti a nostra disposizione per difendere la nostra gente. Se ai musulmani verrà richiesto di registrarsi, prenderemo provvedimenti legali per impedirlo. Se il governo federale vuole che i nostri agenti di polizia dividano le famiglie di immigrati, ci rifiuteremo di farlo. Se il governo federale proverà a deportare cittadini newyorkesi che rispettano la legge ma non sono rappresentati da nessuno, interverremo, lavoreremo e costruiremo sul lavoro del consiglio comunale per fornire loro gli avvocati di cui hanno bisogno per proteggere se stessi e le loro famiglie. Se il dipartimento di Giustizia ordina alla polizia locale di riprendere la pratica del “stop-and-frisk” (fermare una persona e perquisirla, ndr), ci rifiuteremo di farlo. Non rinunceremo alla polizia di quartiere in nome della schedatura razziale. Se i fondi federali per la pianificazione familiare nella città di New York saranno messi in discussione, noi ci assicureremo che le donne ricevano l’assistenza medica di cui hanno bisogno. Se gli ebrei o i musulmani o i membri della comunità Lgbt o di qualunque altra comunità saranno vittimizzati o attaccati, troveremo i loro aggressori, li arresteremo e li porteremo in giudizio. Questa è New York. Niente di ciò che siamo è cambiato il giorno delle elezioni. Siamo sempre New York. Somos siempre Nueva York.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Timori Usa: “Hezbollah può sopraffare difesa aerea Israele”. Media: raid su Gaza, almeno 8 morti
Esteri / Le Nazioni Unite affidano all’Università Iuav di Venezia il progetto di ricostruzione di Gaza
Esteri / Wall Street Journal: “Solo 50 ostaggi israeliani ancora in vita, 66 sarebbero morti”. Hezbollah minaccia Cipro: “Pronti ad attaccare chi aiuta Israele”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Timori Usa: “Hezbollah può sopraffare difesa aerea Israele”. Media: raid su Gaza, almeno 8 morti
Esteri / Le Nazioni Unite affidano all’Università Iuav di Venezia il progetto di ricostruzione di Gaza
Esteri / Wall Street Journal: “Solo 50 ostaggi israeliani ancora in vita, 66 sarebbero morti”. Hezbollah minaccia Cipro: “Pronti ad attaccare chi aiuta Israele”
Esteri / Netanyahu agli Usa: “Stop al blocco delle armi”. Tensioni tra Israele e Libano, approvati e validati piani operativi per un’offensiva
Esteri / Bimba si sente male in volo e muore dopo l’atterraggio d’emergenza
Esteri / Inviato Usa: “Evitare una guerra più grande tra Israele e il Libano”. Media: “Almeno 17 morti in un raid di Israele sul campo profughi di Nuseirat”
Esteri / Netanyahu scioglie il gabinetto di guerra dopo l’uscita di Gantz, bombe su Gaza: almeno 6 morti
Esteri / Esplode un blindato a Rafah, muoiono 8 soldati israeliani
Esteri / Il G7 annuncia un prestito da 50 miliardi di dollari all’Ucraina ma l’Europa (e l’Italia) rischia di restare con il cerino in mano
Esteri / Il piano di pace di Putin: "Kiev si ritiri da 4 regioni e rinunci ad aderire alla Nato". Secco no da Usa e Stoltenberg