Covid ultime 24h
casi +20.648
deceduti +541
tamponi +176.934
terapie intensive -9

Il video della domestica lasciata cadere dalla finestra dalla sua datrice di lavoro

In Kuwait le autorità stanno indagando una donna che ha filmato la propria cameriera cadere dalla finestra del suo appartamento senza prestarle soccorso

Di TPI
Pubblicato il 31 Mar. 2017 alle 18:19 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 08:20
0
Immagine di copertina

Una donna in Kuwait ha filmato la sua cameriera etiope cadere dalla finestra del suo appartamento al settimo piano senza prestarle soccorso. Il video è ora oggetto dell’attenzione delle autorità che stanno indagando sulla vicenda. 

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Attenzione: le immagini potrebbero urtare la vostra sensibilità.

La donna aveva tentato il suicidio, ma nel momento in cui si è trovata in pericolo ha urlato: “Afferrami, afferrami!”, probabilmente per un ripensamento. Subito dopo ha perso la presa ed è scivolata sulla copertura metallica sottostante. La donna è stata poi ricoverata in ospedale con una serie di fratture. In seguito è stato pubblicato anche il video del momento in cui i paramedici e i vigili del fuoco aiutano la donna a scendere da una scala.

Secondo la legge il comportamento della datrice di lavoro è perseguibile penalmente perché avrebbe deliberatamente evitato di soccorrere la donna. La pena prevista è di tre mesi di reclusione. 

L’organizzazione per i diritti umani del Kuwait ha invocato l’intervento delle autorità per indagare sul caso. Nel paese ci sono circa 600mila collaboratrici domestiche, soprattutto di origine asiatica, che spesso denunciano abusi, maltrattamenti e sfruttamento da parte dei loro datori di lavoro. Centinaia di queste lavoratrici tentano la fuga ogni anno cercando rifugio nelle ambasciate. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.