Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:05
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Alcuni vibratori spiavano segretamente le abitudini dei loro possessori

Immagine di copertina

Una serie di vibratori della We-Vibe, collegabili allo smartphone, raccoglieva dati sul loro uso e li trasmetteva alla casa madre all’insaputa degli utenti

Lunedì 13 marzo i produttori di We-Vibe, una marca di vibratori, hanno raggiunto un accordo legale impegnandosi a pagare 3 milioni e 750mila dollari agli utenti che da settembre scorso hanno acquistato un loro prodotto.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Il motivo della causa risiede nella scoperta che una serie di vibratori We-Vibe, collegabili a una app e quindi controllabili tramite smartphone, raccoglieva dati sul loro uso e li trasmetteva alla casa madre all’insaputa degli utenti.

Attraverso la app, i produttori canadesi potevano venire a sapere quando e per quanto tempo gli oggetti venissero utilizzati, l’intensità della vibrazione, la modalità scelta, la temperatura del vibratore e il livello della batteria, il tutto senza che i possessori li avessero autorizzati.

La causa era stata presentata alla corte federale dell’Illinois nel mese di settembre 2016, e gli avvocati dell’accusa hanno sostenuto che l’applicazione raccogliesse anche gli indirizzi email degli utenti, consentendo alla società di collegare le informazioni sull’utilizzo a clienti specifici.

Si stima che circa 300mila persone abbiano acquistato prodotti We-Vibe con bluetooth abilitato, e circa 100mila di loro hanno usato la app.

Chi ha comprato un vibratore di questo tipo potrà ora ricevere fino a 199 dollari di risarcimento, e chi l’ha effettivamente collegato all’applicazione avrà diritto invece fino a 10mila dollari: l’importo effettivo dipenderà da quante persone in totale faranno causa.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Ti potrebbe interessare
Esteri / Alaska, uomo combatte con un orso per una settimana: trovato per caso, è salvo
Esteri / L’appello di Lula a Draghi: “Il vaccino è per tutti, non solo di chi lo può comprare”
Esteri / India, 4.300 morti in due mesi per i contagi da fungo nero: “Un’epidemia nella pandemia”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Alaska, uomo combatte con un orso per una settimana: trovato per caso, è salvo
Esteri / L’appello di Lula a Draghi: “Il vaccino è per tutti, non solo di chi lo può comprare”
Esteri / India, 4.300 morti in due mesi per i contagi da fungo nero: “Un’epidemia nella pandemia”
Esteri / Indonesiano positivo al Covid finge di essere la moglie e prende un aereo: scoperto durante il volo
Esteri / Come funziona il Green Pass all’estero: ecco i Paesi dove è obbligatorio e per quali attività
Esteri / Ombre cinesi sul G20 di Napoli: Pechino complica l'accordo sul clima
Esteri / “Chiedono il vaccino ma è troppo tardi”: il racconto del medico che cura i pazienti Covid non vaccinati
Esteri / Ungheria, Orban sfida l'Ue: "Un referendum sulla legge anti-Lgbtq"
Esteri / Jeff Bezos ringrazia i dipendenti e i clienti Amazon: “Avete pagato il mio volo nello spazio”
Esteri / C'è anche Macron nella lista dei probabili spiati col software Pegasus