Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 09:37
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Il paradiso del Pacifico che vuole mettere al bando il junk food

Immagine di copertina

Una provincia delle isole di Vanuatu vuole promuovere i prodotti locali per contrastare l'insorgere di problemi di salute legati a un'alimentazione scorretta

Alcune isole del Pacifico meridionale vogliono mettere al bando le importazioni di junk food straniero a favore di una dieta a base di prodotti biologici locali per prevenire l’insorgenza di problemi di salute legati a un’alimentazione scorretta.

La provincia di Torba, che consiste nelle isole Banks e Torres a Vanuatu, intende imporre delle restrizioni alle importazioni di beni alimentari di provenienza occidentale approfittando della ricchezza delle proprie risorse naturali e della fertilità dei terreni. La maggior parte dei 10mila abitanti delle isole della provincia sono infatti agricoltori.

Torba è la provincia più remota di Vanuatu e i leader locali vantano la salute della popolazione e la qualità dei propri prodotti locali, ma lanciano l’allarme. “In altre province hanno adottato diete occidentali e si vedono donne giovani e carine che quando sorridono mettono in mostra denti marci perché lo zucchero glieli ha devastati””, ha dichiarato il promotore dell’iniziativa, Padre Luc Dini. “Non vogliamo che questo succeda anche qui e non vogliamo che il cibo spazzatura occidentale rovini la nostra saluteIl leader ha detto che il governo di Port Vila è favorevole al piano di Torba e che osserverà con interesse come il bando sarà accolto dai residenti locali e dai turisti. Non è ancora chiaro se il divieto riguarderà anche gli alcolici”.

Qui sotto, evidenziate in rosso, le isole che appartengono alla provincia di Torba, a Vanuatu

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Ti potrebbe interessare
Esteri / Giorgia Meloni arriva Kiev: “L’Italia, l’Europa e il G7 al fianco della resistenza ucraina”
Esteri / Ma l’America ha lasciato sola l’Europa in Ucraina
Esteri / Elena Basile a TPI: “La tregua in Ucraina è ancora possibile”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Giorgia Meloni arriva Kiev: “L’Italia, l’Europa e il G7 al fianco della resistenza ucraina”
Esteri / Ma l’America ha lasciato sola l’Europa in Ucraina
Esteri / Elena Basile a TPI: “La tregua in Ucraina è ancora possibile”
Esteri / L’ora della diplomazia in Ucraina, l’ex ambasciatore Francesco Bascone a TPI: “Dobbiamo tornare a trattare”
Esteri / Il tempo dell’insicurezza: dall’Ucraina a Gaza ormai a prevalere è la legge del più forte
Esteri / Hamas chiede il rilascio di 3.000 detenuti palestinesi. Gaza, media: 23 morti in un raid di Israele sulla casa dell'attore Zuaiter
Esteri / Navalny, ultimatum alla madre: funerale segreto o sepoltura in carcere
Esteri / Ucraina: gli Usa annunciano la più grande serie di sanzioni contro la Russia dall’inizio della guerra
Esteri / Germania: via libera dal Bundestag alla liberalizzazione della cannabis
Esteri / È nata un’app di incontri riservata a persone molto benestanti: come funziona “Score”