Covid ultime 24h
casi +25.853
deceduti +722
tamponi +230.007
terapie intensive +32

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha approvato il primo vaccino contro l’Ebola

Sarà disponibile a partire dalla seconda metà del prossimo anno

Di Alice Possidente
Pubblicato il 13 Nov. 2019 alle 19:19 Aggiornato il 14 Nov. 2019 alle 14:33
373
Immagine di copertina

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha approvato il primo vaccino mondiale contro l’Ebola.

Il farmaco è stato chiamato Ervebo ed è prodotto dalla casa farmaceutica MERCK. È stato utilizzato in una fase sperimentale nella Repubblica Democratica del Congo e l’OMS ha affermato che ci sono prove sufficienti che dimostrano che il vaccino funziona.

Si tratta del primo farmaco in assoluto al mondo per prevenire l’Ebola. La pre-qualificazione dell’OMS viene concessa solo dopo che un farmaco ha superato importanti test di sicurezza ed efficacia. Ma questo vaccino è già in uso dallo scorso anno per contenere due focolai nella Repubblica Democratica del Congo.

Il governo ha infatti invocato “protocolli compassionevoli” per consentirne l’uso mentre la ricerca era ancora in corso. Le prove raccolte durante quel periodo hanno convinto i regolatori che il farmaco era sicuro ed efficace contro l’Ebola.

Il vaccino per l’ebola sarà disponibile sul mercato a partire dalla metà del prossimo anno.

L’ebola è una malattia grave e spesso fatale per l’uomo. In passato era nota con il nome di febbre emorragica da virus Ebola. La malattia si trasmette attraverso il contatto con sangue, secrezioni, organi o altri fluidi corporei di animali infetti. Il contagio più frequente avviene tra familiari e conviventi, dove la probabilità di contatti è elevata.

Leggi anche:

In Congo l’epidemia di ebola è diventata un’emergenza sanitaria mondiale

373
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.